keystone
AUSTRIA
18.05.2019 - 12:560
Aggiornamento : 15:47

Il Vicecancelliere austriaco Strache si dimette

La sua denuncia: «I giornali hanno atteso due anni per perpetrare questo attentato politico messo in scena segretamente»

VIENNA - Hans Christian Strache si dimette da vicecancelliere d'Austria: lo ha annunciato lo stesso leader della FPOE in una conferenza stampa dopo aver incontrato il cancelliere Sebastian Kurz, denunciando che «i giornali hanno atteso due anni per perpetrare questo attentato politico messo in scena segretamente».

L'esponente della destra austriaca è apparso commosso davanti ai cronisti, cui ha annunciato di lasciare, oltre che il governo, anche la guida del suo partito, il FPOE. Ha chiesto scusa, aggiungendo: «è stato un errore».

In ogni caso, ha aggiunto Strache, il suo partito intende proseguire l'esperienza di governo con la Oevp del cancelliere Kurz, attuandone il programma: ha indicato come suo successore quale vicecancelliere il suo numero due nel partito e ministro delle Infrastrutture, Norbert Hofer, lo sfidante alle presidenziali del presidente in carica Alexander Van der Bellen.

Il video incriminato - Il vice cancelliere è apparso in un video in cui diceva, tra le altre cose, di voler boicottare l'imprenditore austriaco e bolzanino d'adozione Hans Peter Haselsteiner.

Al presunto oligarca russa con cui il politico austriaco starebbe parlando nel filmato registrato a Ibiza e pubblicato dallo Spiegel, il vice cancelliere consiglia «di fondare una società come la Strabag», ovvero l'azienda di Haselsteiner, gigante dell'asfalto a livello europeo. «Quando sarò al governo - aggiunge Strache - non voglio più avere a che fare con Haselsteiner e voi avrete i suoi appalti».

L'imprenditore, che da tempo vive con la famiglia a Bolzano, più volte si è espresso contro il partito di Strache, sostenendo, anche con donazioni, candidature in contrasto alla destra austriaca.

Si dimette anche il capogruppo dell'Fpoe - Dopo Hans Christian Strache, che si è dimesso da vicecancelliere in Austria e da leader del partito Fpoe, si è dimesso anche Johann Gudenus, capogruppo nel Parlamento austriaco.

Gudenus, che ha studiato in Russia e fa parte dell'associazione di amicizia austro-russa, sarebbe stato l'organizzatore dell'incontro ripreso con telecamere nascoste a Ibiza nel 2017 e diffuso ieri dai media tedeschi.

Commenti
 
Spirito1 3 mesi fa su tio
quando vuoi avere a che fare con bulli Mafiosi amici di Putin questi sono i risultati...
LAMIA 3 mesi fa su tio
Pollo
patrick28 3 mesi fa su tio
I sovranisti finanziati da Putin ! Vegogna ! Forza UE, sempre
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-23 22:25:30 | 91.208.130.85