Keystone
Politica
12.01.2019 - 13:290

Vucic vuole inasprire le pene per i reati gravi

Ha annunciato oggi anche l'introduzione dell'ergastolo nel sistema giudiziario

BELGRADO - Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha annunciato un rafforzamento della lotta a criminalità e corruzione, con un sensibile inasprimento delle condanne e pene detentive per reati gravi quali omicidio, stupro, violenze sui minori, pedofilia, violenze in famiglia, traffico di armi e droga.

Parlando oggi in una conferenza stampa al termine di una seduta del Consiglio per la sicurezza nazionale da lui presieduto, Vucic ha annunciato l'introduzione dell'ergastolo nel sistema giudiziario della Serbia, dove attualmente la pena massima prevista e' 40 anni di carcere.

«La Serbia non sarà più la Mecca per i criminali, e anche noi come Germania, Austria e altri Paesi europei introdurremo il carcere a vita e pene draconiane» per i crimini più gravi - ha detto. Il presidente ha fatto il suo annuncio all'indomani di una vasta operazione anticrimine della polizia che ha portato all'arresto di oltre 150 persone in tutta la Serbia.

Nella riunione odierna del Consiglio per la sicurezza nazionale, ha detto Vucic, si è parlato anche del tema Kosovo, che vede uno stallo del dialogo dopo la decisione di Pristina di aumentare del 100% la tassazione doganale sull'import dalla Serbia.

Tags
vucic
serbia
pene
reati
reati gravi
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-20 14:55:45 | 91.208.130.87