Keystone
CINA
27.06.2018 - 08:440

La visita Usa a Pechino «allenterà le tensioni»

Il segretario della difesa Usa Jim Mattis ha incontrato il suo omologo cinese Wei Fenghe, i dazi gettano ancora ombre sulla diplomazia

PECHINO - La visita in Cina del segretario alla Difesa Usa Jim Mattis «contribuirà ad allentare le tensioni e a promuovere la fiducia reciproca»: lo ha detto a Pechino il ministro della Difesa Wei Fenghe, accogliendo l'illustre ospite.

Wei e Mattis, dopo la cerimonia di benvenuto e l'ispezione della guardia d'onore, hanno avuto colloqui e scambiato opinioni su questioni di interesse comune, in base al resoconto dei media locali.

È la prima visita di Mattis da capo del Pentagono in Cina e la prima dal 2014 per un segretario alla Difesa, secondo il Dipartimento della Difesa americano. Mattis ha affermato alla vigilia di essere pronto ai colloqui e di «voler ascoltare molto», forte di un'agenda ricca di temi tra gli scenari sulla penisola coreana, i rapporti bilaterali scossi da mar Cinese meridionale e Taiwan, le cui relazioni con Usa irritano Pechino.

Il Segretario alla Difesa ha invitato Wei a recarsi negli Stati Uniti al momento più appropriato. In giornata Mattis vedrà tra gli altri il presidente Xi Jinping, Commander-in-chief e capo della Commissione centrale militare.

Ancora delicata la questione dei dazi - La Cina ha «preso nota» delle varie ipotesi circolate sui piani di restrizioni Usa agli investimenti delle aziende di Pechino promettendo di «seguire la vicenda con molta attenzione».

Un portavoce del ministero del Commercio, citato dai media locali, ha aggiunto che saranno anche valutati «i potenziali impatti sulle aziende cinesi» in caso di varo di misure restrittive.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-21 05:53:52 | 91.208.130.86