ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
5 min
È morto Phil Spector
Il famoso produttore aveva 81 anni. Stava scontando una condanna per assassinio
STATI UNITI
19 min
Gli ultimi giorni di Trump: cresce la tensione
Le autorità preoccupate da possibili disordini. Mercoledì 25mila militari a Washington
PAESI BASSI
38 min
In migliaia alla protesta anti-lockdown
Gli agenti sono dovuti intervenire con gli idranti per disperdere i manifestanti
GERMANIA
1 ora
Navalny in viaggio verso la Russia: «Non temo l'arresto»
L'oppositore è partito da Berlino per fare ritorno in patria: «Sono innocente».
REGNO UNITO
2 ore
«Ricoveriamo un paziente Covid ogni 30 secondi»
Parla il direttore dell'Nhs. Il sistema ospedaliero britannico è sottoposto a una «pressione estrema»
CINA
2 ore
Aumentano i servizi offerti tramite droni
In particolare, vengono utilizzati in campi come l'agricoltura e la protezione dell'ambiente
STATI UNITI
4 ore
Tutti quei documenti ufficiali dell'amministrazione Trump che nessuno troverà mai
Molti distrutti (anche se è illegale) e molti mai registrati: «C'è un buco colossale nella storia di questa presidenza»
RUSSIA
5 ore
Navalny stasera a Mosca. Lo attendono le manette
L'oppositore dovrebbe atterrare alle 19.20 locali. Le autorità hanno già fatto sapere che sarà arrestato
MALTA
5 ore
Caso Caruana Galizia: uno dei sicari tratta per una riduzione della pena
Sarebbe pronto ad ammettere la propria colpa. L'apertura arriva dopo il rifiuto del governo di perdonarlo.
AUSTRIA
5 ore
Ffp2 obbligatorie e lockdown prolungato in Austria
A rendere necessarie le nuove rigide misure, la contagiosa variante britannica del Covid
STATI UNITI
6 ore
Linee guide rigide e vaccini che finiscono nella spazzatura
Un caso negli Stati Uniti fa discutere. La problematica però, a causa dei protocolli statali, sarebbe piuttosto diffusa
STATI UNITI
6 ore
Biden, i primi decreti subito dopo il giuramento
Il presidente eletto firmerà alcuni provvedimenti anti-Covid già al suo primo giorno da presidente
MONDO
6 ore
Vaccinazioni, Israele continua a correre
Gli ultimi aggiornamenti internazionali sull'evoluzione della pandemia di Covid-19
MONDO
01.06.2018 - 20:240

«Ciao bella!»: la stampa internazionale osserva l’Italia

L'arrivo al potere dei «leader populisti» è stato accolto con un certo allarmismo in Europa e negli Stati Uniti

ROMA - Tirando le somme di «una settimana altamente drammatica» per la politica italiana, la stampa estera ha nella gran parte dei casi, dall'Europa agli Stati Uniti, scelto di titolare con un certo allarme sull'arrivo dei «populisti al potere» in Italia.

E' il caso ad esempio del quotidiano progressista britannico The Guardian, che riferisce che «i leader populisti raggiungono un accordo per far risorgere la coalizione». Gli fa eco il conservatore Daily Telegraph, che usa lo stesso termine: «populisti». L'Economist dedica ai fatti italiani la copertina con il disegno d'un gelato tricolore esplosivo e il titolo: «Maneggiare con cura». «La crisi italiana pone un dilemma» per quanto riguarda le prossime scelte della Bce e del suo presidente Mario Draghi, la cui posizione è complicata ulteriormente dalla sua nazionalità, scrive a sua volta il Financial Times.

In Francia, Le Monde annuncia nel titolo in prima pagina l'arrivo «Dei ministri euroscettici alla guida dell'Italia» e nelle pagine interne, sottolineando che «i populisti arrivano al potere a Roma», scrive che la scelta di Conte «mette fine alla crisi politica, ma annuncia forti tensioni con l'Ue».

Tra i media tedeschi, il giornale economico Handelsblatt sceglie un'immagine significativa: lo stivale si stacca dal continente e il Sud affonda in mare. «Ciao, bella!», è il titolo, e spiega poi «come l'Italia mette a rischio l'esistenza dell'euro». Copertina "creativa" anche per Der Spiegel: il titolo è «Ciao amore!» e nel sottotitolo si legge: «Come l'Italia si autodistrugge e trascina l'Europa con sé». Nel disegno si illustra una forchettata di spaghetti, da cui pende uno spaghetto a forma di cappio da forca. «Secessione. Nemici dell'Europa di destra e sinistra hanno conquistato l'Italia e alimentano l'odio contro la Germania. Come si è potuto arrivare a questo», è il titolo dell'intervento del germanista Angelo Bolaffi sulla Sueddeutsche Zeitung.

In Spagna, El Mundo sottolinea che quello italiano, «è il primo governo populista in Europa». Anche Abc rileva che il nuovo esecutivo italiano «è il primo governo completamente populista d'Europa. Sarà un test importante per l'Italia e per l'Europa». Oltreoceano, il Wall Street Journal scrive di «un'amministrazione euroscettica al potere in Italia, la terza economia d'Europa». Anche in Medio Oriente il termine è sempre lo stesso, con al Jazira che si chiede se «i populisti metteranno l'Italia in rotta di collisione con l'Europa?».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mat78 2 anni fa su tio
Occhio se la penisola affonda in estate è strage di tedeschi!
Mattiatr 2 anni fa su tio
L'UE ha paura del populismo. Cercherà in ogni modo di spezzare la nazione e a non far funzionare il prossimo mandato italiano. Oramai il populismo ricorda 80 anni fa quando il mondo era allo sbando. Ci metterei la mano sul fuoco che la situazione attuale non cambierà e il prossimo governo sarà di centro sinistra. Speriamo però che l'Italia riesca a risollevarsi da questa crisi e magari a ridurre il debito pubblico.
vulpus 2 anni fa su tio
Ma avranno il diritto di esercitare il mandato che hanno ricevuto? Le critiche che sono state espresse dagli altri paesi UE,vengono da una certa sinistra, la quale vorrebbe essere l'unica depositaria del bene comune. Ma questi politici che si permettono di scaricare critiche di ogni genere, si rendono conto che in casa loro ,sono ancora alla testa, perché il popolo non ha ancopra avuto il coraggio di mandarli a casa? A furia di ricattare e schiacciare i cittadini, si renderanno conto, troppo tardi, di aver saputo solo rompere il loro giocattolo.
Mat78 2 anni fa su tio
@vulpus L'italia avrà tanti difetti, ma nella politica ha spesso anticipato nei tempi il resto d'Europa. Se l'UE continua di questo passo, altri "populisti" andranno al governo, anche in altri stati membri, con chi sa quali conseguenze...poi potremo valutare chi sarà stato arrogante; se il "populista" o invece qualche intellettuale (o presunto tale) dall'altissima autostima, che invece ha magari sbrigativamente etichettato e sminuito il grido d'allarme dei popoli europei, liquidandolo appunto come semplice "populismo"...
moma 2 anni fa su tio
A parte che l'Italia non esce dall'UE e altro, ma vuole solo rivedere alcune cose, come i migranti che la stessa UE non vuole, ma la GB non doveva sprofondare dopo l'uscita? Non mi sembra che siano successi cataclismi, anzi va meglio. MI sembra.
albertolupo 2 anni fa su tio
Non che il governo appena costituito in Italia susciti le mie simpatie e fiducia, ma scusate; la Gran Bretagna, anche se non ha l’Euro ha votato l’uscita dallUE, Macron in Francia non è forse populista? E Trump cosa è?
albertolupo 2 anni fa su tio
Non che il governo appena costituito in Italia susciti le mie simpatie e fiducia, ma scusate; la Gran Bretagna, anche se non ha l’Euro ha votato l’uscita dallUE, Macron in Francia non è forse popolista? E Trump cosa è?
oxalis 2 anni fa su tio
È troppo facile attribuire tutte le colpe dei propri mali ad altri. L'invidia è una gran brutta bestiaccia e a furia di criticare Germania e altri popoli virtuosi, alla fine le critiche si riversano sul Belpaese. Non condivido quegli articoli diffamatori e meschini di questi giornali ma inviterei pure una certa stampa italica a maggior moderazione. Personalmente non mi aspetto nulla di buono da questo malnato governo ma comunque diamogli una chance, lasciamoli lavorare e chissà che non riescano a partorire almeno un topolino che non sia un ratto di fogna. Dopo tanta "ganasa" adesso: Ora et labora.
Mat78 2 anni fa su tio
@oxalis Vai a chiedere ai greci cosa ne pensano dei tedeschi e perché, forse cambi idea...la Germania ha tutto l'interesse ad avere certi stati indebitati nei suoi confronti, primo perché con il frustino rappresentato dagli interessi da pagare, i tedeschi non solo si arricchiscono, ma possono, di fatto, comandare in casa d'altri facendo pressioni politiche. Secondo perché se non possono pagare gli interessi per rifinanziarsi, questi stati sono obbligati a vendere anche il cucuolo ai tedeschi, il tutto per 3 soldi; Oppure il governo del dato paese deve firmare forniture per industri tedesche, ad esempio come i greci che hanno DOVUTO comprare sommergibili tedeschi per ricevere "gli aiuti" dalla Germania... Dove non sono arrivati con i panzer 70 anni fa arrivano adesso con le banche. Ma l'obbiettivo è lo stesso: dominare l'Europa. Basta guardare l'arroganza e la supponenza della copertina dello Handelsblatt... Da che pulpito fanno questo moralismo all'Italia, che se avessero dovuto pagare tutti i debiti di guerra erano ancora all'età della pietra...Per non parlare degli inglesi che parlano di populismo italiano in piena Brexit...che tola! Non è questa l'Europa dei popoli per la quale è iniziato 60 anni fa il processo di integrazione europea. Questo è un tradimento degli ideali di una Europa dei popoli per un Europa dei capitali...e non sono esattamente un comunista io, neh...
Equalizer 2 anni fa su tio
Per sapere quanto gliene importa alla gente comune dei problemi con l'Italia, vediamo quest'estate quanti turisti tedeschi ci saranno nel Bel Paese.
F/A-18 2 anni fa su tio
Ci avviciniamo sempre più speditamente verso ad un qualcosa di grave ma che ci permetterà di ricominciare per un certo periodo a vivere bene, ....... per chi rimane.
Ben8 2 anni fa su tio
Speriamo che non affonda insieme anche il ticino

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-17 17:49:08 | 91.208.130.87