Keystone
RUSSIA
15.01.2018 - 09:430
Aggiornamento : 10:04

Lavrov "a ruota libera" nella conferenza annuale

Siria, accordo nucleare iraniano e l'incontro a Vancouver sulla Corea del Nord: questi gli argomenti trattati finora dal ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov

MOSCA - «Le azioni dimostrano che gli Stati Uniti non vogliono mantenere l'integrità territoriale della Siria». Così il ministro degli Esteri Sergej Lavrov, parlando alla tradizionale conferenza di inizio anno.

«Solo ieri abbiamo assistito a una nuova iniziativa degli Stati Uniti per aiutare le cosiddette forze della Siria democratica a organizzare alcune zone di sicurezza lunga la frontiera: ciò significa separare un enorme territorio lungo i confini con la Turchia e l'Iraq», ha sottolineato.

Lavrov, successivamente, si è espresso anche sulle modifiche all'accordo sul nucleare iraniano: «La Russia non sosterrà le modifiche proposte dagli Stati Uniti», ha detto. «Se gli Usa dovessero ritirarsi dall'accordo l'Iran si riterrebbe libero dai suoi obblighi», ha aggiunto. 

Il ministro ha poi esortato i partner europei ad aderire all'accordo sul nucleare «senza eccezioni», nonostante la posizione di Washington. Ma l'apertura a «compromessi» con gli Usa da parte dell'Europa segna l'inizio di una spirale verso il basso che potrebbe avere «conseguenze pericolose».

Lavrov si è soffermato anche sull'incontro di Vancouver sulla Corea del Nord, che Mosca considera «distruttivo». Il ministro, intanto, smentisce le false notizie sul suo sostegno all'evento. Lavrov ha fatto riferimento a una dichiarazione del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti secondo cui si erano svolte consultazioni sui preparativi per la riunione con Mosca e Pechino, che avrebbero sostenuto tali sforzi. «È una vera e propria menzogna, abbiamo detto chiaramente che consideriamo distruttivi questi sforzi e questo incontro», ha dett. Domani Vancouver ospiterà un incontro sulla Corea del Nord che dovrebbe coinvolgere i ministri degli esteri di 16 paesi. Il Canada e gli Stati Uniti presiederanno la riunione.

 

 

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-11 01:35:37 | 91.208.130.89