Keystone
REGNO UNITO
01.07.2020 - 13:420

Ristorazione in crisi nera: 5'000 posti di lavoro a rischio

La pandemia in Gran Bretagna sta avendo un «impatto senza precedenti»

LONDRA - È la ristorazione - bloccata da oltre 100 giorni dal lockdown, consegne a domicilio a parte, in attesa delle prime riaperture del 4 luglio - il settore più immediatamente colpito dagli effetti dell'emergenza coronavirus sul fronte occupazione in Gran Bretagna, assieme all'industria dei trasporti e del turismo.

A confermarlo è oggi l'annuncio di SSP Group, holding titolare nel Regno delle popolari catene di rosticcerie e caffè-ristoranti Upper Crust e Caffè Ritazza, di un piano di tagli di circa 5'000 posti di lavoro sull'isola. L'esubero è destinato ad abbattersi su più di metà dell'organico attuale - 9'000 persone nel Paese - in un settore che vede tradizionalmente impiegati, spesso a tempo, non pochi dei molti stranieri residenti Oltremanica: soprattutto giovani.

La pandemia sta avendo «un impatto senza precedenti» a livello nazionale come globale, si è giustificato Simon Smith, ceo di SSP Group evocando l'obiettivo di sopravvivere. «Dobbiamo fare questo passo - ha detto - per proteggere il business e creare le basi da cui ricostruire la nostra attività».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-03 16:43:57 | 91.208.130.87