Keystone
GIAPPONE
11.02.2020 - 09:200

Tredici aeroporti chiudono le rotte con la Cina

L'impatto sulle industrie turistiche locali comincia ad essere rilevante. I viaggiatori cinesi rappresentano il 30% del turismo in Giappone

TOKYO - Si allargano le difficoltà nelle attività economiche in Giappone a causa dell'espansione del coronavirus cinese. Dall'inizio di questa settimana 13 aeroporti regionali nell'arcipelago cancelleranno i voli diretti con la città di Shanghai e altre località in Cina. Tra gli scali principali che non avranno più una connessione diretta con il Paese del Dragone ci sono quelli di Nagasaki, Kagoshima e Ibaraki.

Il ministro della Salute Kazuyoshi Akaba ha detto che le cancellazioni cominciano ad aver un impatto rilevante sulle industrie turistiche locali, con circa il 60% delle rotte eliminate solo nell'ultima settimana, dai circa 1.400 voli settimanali che collegavano il Giappone alla Cina, alla quota attuale di 680. Prima dello scoppio del coronavirus i viaggiatori cinesi rappresentavano circa il 30% di tutti i turisti stranieri nel Paese del Sol Levante, contribuendo a oltre il 35% del totale delle spese nel settore delle attività turistiche.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-17 20:56:53 | 91.208.130.89