Deposit
Facebook tra i bersagli della tassa
FRANCIA
21.01.2020 - 18:470

Parigi pronta a fare marcia indietro sulla "web tax"

Per evitare attriti con gli Stati Uniti, la Francia valuta di sospendere la riscossione del balzello rivolto ai giganti di internet

di Redazione
Ats

PARIGI - La Francia si orienta verso una sospensione nel 2020 della web tax - la tassa sui servizi internet di società con sede all'estero - con l'obiettivo di evitare le sanzioni americane e avere più tempo per giungere ad un accordo a livello Ocse. Interpellate dall'ANSA, fonti francesi escludono che la "Taxe Gafa" venga ritirata, anche perché ha ottenuto il via libera del Parlamento.

«Tuttavia - aggiungono - quando si negozia, entrambe le parti devono fare un passo l'una verso l'altra». Il compromesso, precisano, potrebbe riguardare i tempi di applicazione: in particolare, la sospensione dei due prelievi di aprile e novembre, in cambio di uno stop dei dazi da parte degli Usa.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Equalizer 8 mesi fa su tio
Allora il Tycoon sa curare i propri interessi alla faccia di chi solo lo critica. Forza Trump.
seo56 8 mesi fa su tio
Giusto
Bayron 8 mesi fa su tio
Bene!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-20 16:10:19 | 91.208.130.86