keystone-sda.ch (PATRICK SEEGER)
STRASBURGO
15.01.2020 - 06:430

Il "green deal" dell'Ue: 100 miliardi con polemiche

Approvato il mega-piano per rilanciare l'economia europea. Ma a beneficiarne sarà soprattutto l'Europa dell'Est

STRASBURGO - Luce verde, verdissima per il "green deal" europeo. Ieri alla plenaria del Parlamento di Strasburgo i vertici dell'Ue hanno inaugurato ufficialmente il mega-piano di investimenti nell'economia sostenibile, che dovrebbe sostenere - è l'auspicio - l'economia in generale.

Il piano - ricalcato sul "New Deal" di Roosevelt - era già stato annunciato in autunno, ma ieri ne sono stati chiariti i dettagli. E soprattutto gli importi. Cento miliardi di euro spalmati in dieci anni, di cui solo 7,5 verranno dalle casse dell'Ue. Il resto, ha spiegato il vicepresidente del Parlamento Valdis Dombrovskis, arriverà dal cofinanziamento nazionale, ossia dai singoli Stati membri, e dalla Banca europea degli investimenti. 

L'obiettivo: raggiungere le emissioni zero entro il 2050. E mobilitare «almeno mille miliardi di investimenti» da parte del settore privato, nel prossimo decennio. «Non possiamo fallire» ha sottolineato Dombrovskis. Intanto però il primo effetto potrebbero essere - ancora una volta - abbondanti polemiche. La maggior parte dei fondi infatti - la stampa finanziaria lo ha subito rilevato - andranno ai paesi dell'Est Europa. Anche se Dombrovskis ha precisato che «a beneficiarne saranno tutti, anche le economie che già oggi sono meno inquinanti».  

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-06 09:02:55 | 91.208.130.85