Keystone
Obbligatorio per chiunque concluda un contratto di telefonia o dati
CINA
01.12.2019 - 09:390

La Cina pronta a scannerizzare i volti degli utenti di telefonia mobile

Per Pechino, si tratta di «proteggere i cittadini nel ciberspazio». I critici, però, temono un ampliamento della sorveglianza tramite riconoscimento facciale

di Redazione

PECHINO - Un Grande Fratello che amplia il suo controllo tentacolare o uno Stato che tenta di tutelare i propri cittadini su internet? Oggi entra in vigore in Cina la normativa che prevede che i volti degli utenti dei servizi di telefonia mobile siano scannerizzati per verificarne l’identità.

La normativa prevede che, alla conclusione di un nuovo contratto telefonico o dati, il volto del titolare sia scannerizzato per verificare che la sua identità corrisponda con quella indicata sul suo documento. Ora, chi firmava un contratto telefonico doveva già presentare un documento ed essere fotografato.

Per Pechino, si tratta di un modo per «proteggere i legittimi diritti e interessi dei cittadini nel ciberspazio». I difensori dei diritti umani, tuttavia, ritengono che la mossa rappresenti un ulteriore passo verso un controllo capillare della popolazione. La Cina impiega già in maniera estesa il riconoscimento facciale per sorvegliare gli spazi pubblici.   

Commenti
 
oxy 1 sett fa su tio
gia' perche' da noi non succede gia' cosi' comprando una sim online da vari operatori...
Spirito1 1 sett fa su tio
...i comunisti
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-11 20:36:59 | 91.208.130.87