Keystone
REGNO UNITO
28.11.2019 - 09:280

Quegli account Netflix "riattivati" senza il consenso degli ex-utenti

Sta capitando abbastanza di frequente, dietro ci sarebbero dei cybercriminali che rubano gli account disattivati

LONDRA - Aveva annullato la sua iscrizione a Netflix ad agosto eppure, a settembre, i soldi dell'abbonamento glieli avevano scalati comunque.

Provando ad accedere all'ex-account, però, la sua password non funzionava: «A quanto pare qualcuno si era impossessato del mio account e lo stava usando, aveva anche fatto l'upgrade per l'abbonamento più costoso!», racconta una donna di Oxford alla Bbc che si è vista fatturare altri due mesi: ottobre e novembre. Contattata Netflix, l'ha poi risarcita solo in parte.

Il suo caso, riporta l'emittente britannica, non è affatto isolato come confermano diverse testimonianze su Twitter di ex-clienti decisamente arrabbiati: «Non solo questi utilizzano la nostra carta di credito, ma Netflix fa poco o niente per risarcirci», commenta uno di loro.

Ma se si erano disiscritti, come può succedere una cosa del genere? È presto detto: Netflix conserva comune i dati degli ex-utenti (indirizzo ed estremi di fatturazione) per 10 mesi dalla disiscrizione, a meno che non sia detto loro esplicitamente di cancellarli con una email.

Stando alla Bbc su eBay è facile trovare account rubati in vendita per pochi spiccioli. Non è chiaro, però, come i cyber-criminali siano entrati in possesso dei dati d'accesso di questi account dormienti. Se via phishing oppure violando la sicurezza di Netflix oppure ottenendo le password da terze persone.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-11 21:07:29 | 91.208.130.86