Keystone
GERMANIA
05.11.2019 - 15:010
Aggiornamento : 15:38

Sanzioni meno dure per i disoccupati tedeschi

Il taglio del 60% dell'indennità per chi non collabora nella ricerca di un lavoro è stato giudicato incostituzionale

KARLSRUHE - Il Tribunale costituzionale federale tedesco ha dichiarato illegali alcune delle penalità che finora venivano applicate ai disoccupati poco collaborativi.

In particolare, l’alta corte ha reputato anticostituzionale tagliare le indennità del 60% ai senza lavoro che, per più volte nel corso di un anno, non cooperano con i centri regionali di collocamento nella ricerca di un impiego. Illegali sono stati ritenuti inoltre il taglio dell’intero assegno, la sospensione del pagamento dei costi per l’alloggio e la durata minima di tre mesi del sanzionamento.

È stato invece giudicato proporzionato il taglio del 30% dell’indennità per chi rifiuti una proposta di lavoro o una misura di promozione.    

Come riporta la Welt, l’indennità di disoccupazione piena ammonta a 424 euro per un adulto che vive solo (circa 466 franchi). Il Tribunale costituzionale si esprimeva sul caso di un disoccupato cui erano stati tagliati 234,60 euro al mese (circa il 55%) per aver rifiutato un’offerta di lavoro e un periodo di prova propostigli da un centro per l’impiego di Erfurt, in Turingia.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-15 00:06:52 | 91.208.130.85