Keystone
CINA
27.10.2019 - 18:340

La crescita di Hong Kong «a rischio» per le proteste

A prevedere la contrazione del PIL del territorio autonomo cinese è il segretario finanziario del governo locale

HONG KONG - Quest'anno il PIL di Hong Kong potrebbe contrarsi a causa delle proteste che da oltre quattro mesi scuotono l'economia della Regione amministrativa speciale cinese. A denunciarlo è Paul Chan, segretario finanziario del governo di Hong Kong, con un articolo pubblicato oggi sul suo blog.

Secondo il responsabile di tutte le questioni economiche e finanziarie della Regione cinese, mentre molte industrie sono state «gravate da un carico estremamente pesante» a causa dei continui disordini sociali, è «impossibile escludere la possibilità» che quest'anno l'economia di Hong Kong si contragga.

«Sembra sia estremamente difficile ottenere una previsione di crescita compresa tra lo 0 e l'1% annuo», ha scritto Chan.

Secondo il segretario finanziario del governo di Hong Kong, il 31 ottobre l'amministrazione regionale annuncerà le prime stime sulla crescita economica nel terzo trimestre. A questo proposito, Chan ha aggiunto che l'economia della regione ha continuato a contrarsi tra luglio e settembre, ampliando significativamente il proprio calo ed entrando in "recessione tecnica".

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-12 06:30:20 | 91.208.130.85