Keystone
CINA
09.10.2019 - 16:470

Fitbit sposta la produzione fuori dalla Cina e decolla in borsa

In questo modo evitano i dazi voluti dalla Casa Bianca, l'annuncio mette le ali al titolo

NEW YORK - Fitbit sposta la produzione dei suoi braccialetti elettronici fuori dalla Cina per evitare i dazi. L'annuncio mette le ali ai titoli della società a Wall Street, dove arrivano a guadagnare l'1,6%.

«Nel 2018, in risposta alla minaccia di dazi, abbiamo iniziato a esplorare potenziali alternative alla Cina. Il risultato di questo studio è che abbiamo effettuato dei cambi alla nostra catena di forniture e alle operazioni manifatturiere», afferma Ron Kisling, direttore delle finanze di Fitbit.

A partire dal 2020 tutti i braccialetti e gli smartwatch di Fitbit non saranno di origine cinese e quindi non saranno soggetti ai dazi.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-14 11:01:02 | 91.208.130.85