Keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
VIDEO
SPAGNA
3 ore
Il maltempo blocca l'aeroporto di Maiorca
Per almeno mezz'ora il cielo è stato illuminato da una lunga serie di lampi, racconta un lettore
STATI UNITI
4 ore
La crisi del Boeing 737 Max fa cadere la prima testa
Kevin McAllister lascia, il suo posto va a Stan Deal. Un avvicendamento che piace a Wall Street: i titoli Boeing salgono di oltre il 2%
REGNO UNITO
6 ore
Bocciata la Brexit sprint
La Camera dei Comuni ha detto “no” alla mozione presentata dal governo di Boris Johnson, facendo svanire l'obiettivo di un'uscita concordata dall'Ue il 31 ottobre.
STATI UNITI
6 ore
La polizia ha arrestato Tupac Shakur
L'uomo, 40 anni, è omonimo del rapper scomparso nel 1996
SIRIA
6 ore
Patto Erdogan-Putin, via i curdi dal confine
Una nuova tregua di 150 ore nel nord della Siria per allontanare le milizie curde da tutta la frontiera turca
ITALIA
8 ore
Morto il bimbo precipitato nella tromba delle scale a scuola
Da subito le sue condizioni erano apparse gravi ai primi soccorritori
SVEZIA
8 ore
Greta Thunberg, «mia sorella Beata è vittima degli haters»
«Tutti quelli che mi minacciano e mi scrivono messaggi di odio finiscono per prendersela con lei» ha dichiarato l'attivista ambientale
NORVEGIA
9 ore
Oslo, arrestata anche la donna ricercata
Lei e il 32enne alla guida dell'ambulanza hanno legami con «ambienti dell'estrema destra»
CILE
10 ore
Manifestante ucciso, arrestato un soldato
la vittima, di 25 anni, faceva parte di un gruppo di dimostranti che all'alba avevano bloccato la statale 5 a Curicó
REGNO UNITO
10 ore
Johnson: o Brexit subito o elezioni prima di Natale
Il premier ha confermato di voler ritirare la legge in caso di ulteriori rinvii
FOTO
REGNO UNITO
11 ore
Arriva il 22esimo figlio, si allarga The Radford Family
Sue e Noel Radford hanno annunciato una nuova gravidanza, sperano di avere un maschietto
CILE
11 ore
Saliti a 15 i morti, 2643 le persone arrestate
Continuano disordini e gravi incidenti fra manifestanti e la polizia
STATI UNITI
12 ore
Metà degli americani è a favore dell'impeachment
È quanto emerge dall'ultimo sondaggio commissionato dalla Cnn
FOTO E VIDEO
NORVEGIA
13 ore
Ruba un'ambulanza e si lancia sui pedoni, diversi i feriti
L'uomo è stato fermato dalla polizia. Sono stati travolti due gemelli di sette mesi a bordo di un passeggino
REGNO UNITO
13 ore
Riprendono i voli per Sharm el-Sheik dopo 4 anni
È stato cancellato il bando imposto nel 2015 per motivi di sicurezza
REGNO UNITO
23.09.2019 - 07:290

Brexit, case automobilistiche europee: «Un no deal sarebbe un terremoto»

A rischio ci sarebbero miliardi di euro e milioni di posti di lavoro. Lo affermano 23 associazioni imprenditoriali

LONDRA - Una Brexit «no deal» avrebbe un «impatto sismico» sull'industria automobilistica europea.

Ad affermarlo, in una rara dichiarazione congiunta, i capi di 23 associazioni imprenditoriali automobilistiche europee che mettono in guardia da un'uscita traumatica della Gran Bretagna, dove hanno sede, fra l'altro, le fabbriche dei giganti automobilistici BMW, Peugeot PSA e la Nissan giapponese. Lo riferiscono i media internazionali, precisando che a rischio ci sono miliardi di euro e milioni di posti di lavoro.

A preoccupare maggiormente le case automobilistiche è la possibile rottura delle catene di approvvigionamento tra l'isola e il continente. «L'uscita del Regno Unito dall'UE senza un accordo innescherebbe un cambiamento sismico nelle condizioni commerciali, con miliardi di euro di costi che minacciano di influenzare la scelta dei consumatori e l'accessibilità economica su entrambi i lati della Manica», si afferma nella dichiarazione congiunta.

«Le industrie automobilistiche dell'UE e del Regno Unito necessitano di un commercio senza attriti e sarebbero gravemente danneggiate da ulteriori doveri e oneri amministrativi su parti e veicoli automobilistici», ha affermato Bernhard Mattes, capo della lobby automobilistica tedesca VDA. Ogni interruzione della produzione - si rileva - costa 50.000 sterline al minuto alla sola Gran Bretagna. Il settore impiega 13,8 milioni di persone nell'Unione europea inclusa la Gran Bretagna, il 6,1% della forza lavoro.

La Gran Bretagna dovrebbe lasciare l'UE il 31 ottobre, ma le aziende sono sempre più preoccupate dall'apparente mancanza di progressi verso un nuovo accordo che sostituisca quello ottenuto da Theresa May, che il parlamento britannico ha respinto tre volte. La dichiarazione è stata sottoscritta, fra gli altri, dalle Associazioni europee dei costruttori e dei fornitori automobilistici, oltre che da 17 associazioni nazionali.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-23 02:47:29 | 91.208.130.89