keystone-sda.ch/ (Stefan Rousseau / POOL)
Le probabilità che la Gran Bretagna lasci l'Ue senza un accordo sono aumentate con l'elezione di Boris Johnson, afferma Moody's.
REGNO UNITO
23.07.2019 - 14:340

La sterlina risale grazie a Johnson

Moody's ricorda ai mercati che con il nuovo premier il rischio di no deal aumenta

LONDRA - Ai mercati piacciono le certezze: si spiega così, verosimilmente, l'andamento odierno della sterlina, che recupera - dopo l'annuncio dell'elezione di Boris Johnson a nuovo leader Tory e la sua designazione a premier britannico - la gran parte delle perdite accumulate di mattina di fronte ai timori d'una Brexit no deal (che Johnson rifiuta d'escludere).

La valuta del Regno era scesa in apertura a quota 1,2418 contro il dollaro, vicino ai minimi degli ultimi due anni. Poi il rimbalzo e ora scambia, sempre in calo (-0,25%) ma a 1,2443.

L'avvertimento di Moody's - Le probabilità che la Gran Bretagna lasci l'Ue senza un accordo sono aumentate con l'elezione di Boris Johnson a leader dei Tory. Lo afferma Moody's in una nota.

«Con l'elezione di Johnson, le chance di un compromesso sostenibile appaiono più basse» mette in evidenza Colin Ellis di Moody's. «Una Brexit no deal avrebbe effetti significativamente negativi» sulla Gran Bretagna, aggiunge.
 
 


 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-19 07:50:00 | 91.208.130.86