Keystone
GIAPPONE
18.05.2019 - 19:350
Aggiornamento : 19.05.2019 - 10:39

Sicurezza nazionale, Toyota contraria alle affermazioni di Trump

«La storia ha dimostrato che i limiti posti alle importazioni delle vetture sono controproducenti per lo stimolo all'economia, impedendo la creazione di nuovi posti di lavoro»

TOKYO - La Toyota si dice contraria ai proclami del presidente americano Donald Trump di considerare le importazioni di auto dall'estero una minaccia per la sicurezza nazionale.

«Tali affermazioni sono un ostacolo per i consumatori americani, i lavoratori del comparto e l'intera industria delle quattro ruote», dichiara la casa automobilistica giapponese in un comunicato tramite la sua filiale con sede in Texas, negli Stati Uniti.

«La storia ha dimostrato che i limiti posti alle importazioni delle vetture sono controproducenti per lo stimolo l'economia, impedendo la creazione di nuovi posti di lavoro e la propensione al consumo in generale», si legge ancora nella circolare.

A questo riguardo Toyota cita i propri investimenti nei centri di ricerca e sviluppo, la creazione di 10 stabilimenti produttivi sul territorio americano, insieme a un network che comprende 1'500 concessionari e una vasta rete di assistenza operativa. Toyota spiega inoltre di impiegare fino a 475'000 persone negli Stati Uniti e di aver investito oltre 60 miliardi di dollari.

Commenti
 
miba 1 mese fa su tio
Più leggo notizie e più ho la convinzione che Trump ha seri problemi di demenza senile, spesso coadiuvato in questo da John Bolton & Mike Pompeo. Trump passerà alla storia per essere stato il presidente che ha fatto più danni al suo stesso paese....
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-26 13:02:42 | 91.208.130.87