Keystone
“Alexa, quando è il mio prossimo appuntamento?”
+3
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
GIAPPONE
35 min
Coronavirus: Sony conferma il boom dei videogiochi
Nonostante l'aumento della domanda di videogames, l'azienda rimane pessimista sui risultati annuali
MONDO
36 min
L'OMS lancia la sua campagna: «Sui social tutti con la mascherina»
Introducendo la "Mask Challenge", l'organizzazione ricorda che il dispositivo è una delle chiavi per fermare la pandemia
BELGIO / GERMANIA
1 ora
«È chiaro che è arrivata la seconda ondata»
Le autorità sanitarie belghe confermano la tendenza. Dello stesso avviso anche un'associazione di medici tedeschi.
GERMANIA
1 ora
Perdita di 9,5 miliardi per Bayer
Il motivo? Sono state registrate voci speciali per 12,5 miliardi di euro
STATI FEDERATI DI MICRONESIA
1 ora
Salvati dal "SOS" sulla spiaggia
La scritta ha permesso agli elicotteri di soccorso di notare i marinai
STATI UNITI
3 ore
«I patrioti portano la mascherina»
Donald Trump ha compiuto un totale dietrofront sull'argomento scrivendo anche una email ai propri fan.
STATI UNITI
4 ore
«Signor ufficiale non mi spari. Ho appena perso mia madre»
Uno scioccante video proveniente dalle webcam dei poliziotti mostrano gli ultimi attimi di vita di George Floyd.
ISRAELE
4 ore
Dopo lo sventato attacco, arriva la rappresaglia di Tel Aviv
L'aviazione israeliana ha colpito alcuni obiettivi militari situati nel sud della Siria.
STATI UNITI
4 ore
Ci mette troppo a fargli l'hamburger: ucciso commesso del fast food
Un 37enne della Florida è stato arrestato per il fatto avvenuto sabato sera in un Burger King in Florida
STATI UNITI
11.04.2019 - 16:390
Aggiornamento : 17:54

Alexa ti ascolta... insieme a migliaia di dipendenti di Amazon

Sparsi per il mondo, trascrivono le registrazioni fatte nelle case dotate di altoparlante Echo. Amazon: è tutto anonimo

NEW YORK - “Alexa, turn off the lights”. “Alexa, quando è il mio prossimo appuntamento?”. Chi utilizza l’assistente vocale “Alexa” ne apprezza senz’altro la comodità, ma si sarà forse già chiesto se, per caso, qualcuno in qualche remoto ufficio di Amazon ascolta le sue “conversazioni” con la robotica coinquilina. E la risposta è sì.

Effettivamente migliaia di impiegati del colosso di Jeff Bezos e di ditte appaltatrici sparsi tra Stati Uniti, Costa Rica, India e Romania ascoltano alacremente le registrazioni audio captate dagli altoparlanti Echo e le trascrivono per migliorare la capacità di comprensione di Alexa. A rivelarlo a Bloomberg sono sette ex dipendenti che si sono occupati del programma.

Due di loro, che erano attivi nella sede Amazon di Bucarest, in Romania, raccontano che gli “insegnanti” di Alexa lavorano nove ore al giorno arrivando ad ascoltare e trascrivere fino a 1’000 registrazioni fatte nelle case di tutto il mondo. Un altro, che ha lavorato a Boston, confessa che la maggior parte delle tracce vocali sono brevi frasi banali come “Taylor Swift”, ascoltato e annotato per insegnare ad Alexa che si parlava delle celebre cantante americana.

A volte, però, tra le registrazioni emergono conversazioni e suoni che avrebbero dovuto rimanere privati: una donna che canta sotto la doccia o un bimbo che piange. O mettono in allarme gli operatori, come la violenza sessuale che due di loro hanno creduto di sentire in un frammento sonoro (“Non è compito di Amazon interferire”, gli avrebbero risposto i superiori). Le registrazioni possono essere poi condivise su una chat interna per chiedere supporto o farsi una risata con i colleghi su quelle più buffe.

Amazon assicura che «il minuscolo campione di registrazioni vocali annotate per migliorare l’esperienza dei clienti» viene accuratamente anonimizzato, rendendo impossibile ai dipendenti deputati all’ascolto risalire all’identità delle persone ascoltate: «Prendiamo seriamente la sicurezza e la privacy delle informazioni personali dei nostri clienti», assicura un portavoce del gigante dell’e-commerce.

Per chi lo volesse, tuttavia, tra le impostazioni della privacy dell’assistente vocale c’è la possibilità di disabilitare il consenso all’utilizzo delle registrazioni audio a fini di sviluppo.

Keystone
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
OCP 1 anno fa su tio
E pensare che c'è gente che si preoccupa della carta cumulus di turno perché il negozio poi sa che tipo di carta igienica preferisci... ma poi è contenta di PAGARE per mettersi in casa un aggeggio del genere che registra quello che si dice. Sai la privacy è importante :-)
GI 1 anno fa su tio
altra dimostrazione di "grande fratello" che, anziché essere domiciliato a est.....esso è ovest....meditate gente, meditate!
Lore62 1 anno fa su tio
@GI Hihi...il bello è che un tempo se volevano spiarti, dovevano introdursi furtivamente in casa tua per piazzare le "cimici", oggi invece è la gente stessa che se lo piazza in casa magari al centro tavola!...XD
Thor61 1 anno fa su tio
@Lore62 E sono anche contenti! Perchè non hanno nulla da nascondere!!! ;o))))
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
@Thor61 :-)))
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-04 11:28:26 | 91.208.130.86