Keystone
ITALIA
07.02.2019 - 08:090

Unicredit: anche con le sanzioni Usa l'utile arriva a 3,9 miliardi di euro

Un aumento del 7,7% rispetto al 2017, il Ceo: «Una preformance da record»

MILANO - Unicredit archivia il 2018 con un utile netto rettificato a 3,9 miliardi di euro (+7,7% rispetto al rettificato 2017), malgrado elevati accantonamenti addizionali a fronte delle sanzioni Usa.

Il quarto trimestre si chiude con un utile rettificato di 840 milioni di euro. È il migliore quarto trimestre per la seconda volta negli ultimi 10 anni. Il Cda propone il pagamento di un dividendo cash di 0,27 euro per azione pari a 0,6 miliardi di euro.

«UniCredit ha realizzato una performance da record nel 2018, con risultati migliori dell'ultimo decennio». Lo dice nella nota sui conti l'amministratore delegato, Jean Pierre Mustier. «Transform 2019 è in anticipo sul piano. Abbiamo già raggiunto il 100 per cento della riduzione degli Fte e il 93 per cento degli obiettivi di chiusura delle filiali. I costi operativi del nostro Gruppo sono stati 10,7 miliardi di euro, migliori rispetto all'obiettivo di piano di 11 miliardi di euro», aggiunge.

L'istituto conferma inoltre un utile netto a fine 2019 pari a 4,7 miliardi di euro e un RoTE superiore al 9%, con il RoTE della Group Core superiore al 10%. L'istituto continuerà a mantenere un importante buffer Mda di 200-250 punti base, con un target di CET1 ratio a fine 2019 pari a 12,0-12,5%.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-03 09:15:12 | 91.208.130.89