Deposit
UNIONE EUROPEA / CANTONE
10.01.2019 - 06:000
Aggiornamento : 11:36

UE verso il "diritto di riparare". In Ticino «piuttosto si cambia»

Se il gioco non vale la candela non si aggiusta comunque, spiega un tecnico ticinese. A volte, però, si potrebbe fare

BRUXELLES / LUGANO - Dover buttare via un elettrodomestico discretamente nuovo solo perché un singolo componente si è rotto e non è riparabile (o non lo è a un prezzo accettabile) è un’esperienza che avranno fatto un po’ tutti. Nuove regole dell’Unione Europea, però, potrebbero presto sancire il “diritto di riparare” dei consumatori.

Come riporta la BBC, infatti, il progetto di obbligare i produttori a fabbricare elettrodomestici più semplici da aggiustare sta vivendo un certo slancio, con i ministri dell’Ambiente dell’Unione impegnati questa settimana in voti su lavastoviglie e frigoriferi. Simili progetti legislativi, sottolinea il portale britannico, vengono portati avanti anche in almeno 18 Stati americani.


Deposit

Ridurre l'inquinamento - L’obiettivo è ridurre la frequenza con cui si cambiano questi prodotti e limitare così l’inquinamento causato dalla loro produzione e i rifiuti. Un vincolo che non piace ai fabbricanti e che non sarebbe direttamente applicabile in Svizzera.

Il riparatore ticinese: «Tanti clienti preferiscono ricomprare nuovo a basso costo» - Ma vendere elettrodomestici più facilmente riparabili farebbe sì che le persone li sostituiscano meno spesso? Non necessariamente, ci spiega un riparatore specializzato di un'azienda di Lugano attiva nel settore: «Al giorno d’oggi si trovano lavatrici, lavastoviglie e forni a basso costo e tanti clienti preferiscono acquistare quelli piuttosto che fare una riparazione, anche se sanno che dovranno buttarli dopo pochi anni», afferma.


Deposit

Il prezzo conta - Il prezzo, insomma, fa ancora la differenza quando si tratta della possibilità di aggiustare un elettrodomestico e di reperire i pezzi di ricambio: «Tra una lavatrice da 500 franchi e una da 4mila c’è una bella differenza», sottolinea. Agli occhi di un tecnico, del resto, i prodotti in commercio di un certo livello si riparano senza particolari grattacapi. Con quelli di bassa gamma, invece, non ci si prova nemmeno più: «Per non avere discussioni con il cliente», cui può essere difficile spiegare la difficoltà di trovare i ricambi. In ogni caso, ça va sans dire, se costa di più riparare che comprare nuovo non c’è ecologia che tenga: si sostituisce.

Ma la gente chiama il tecnico anche per cambiare la lampadina del frigo o quello si riesce ancora a farlo da soli? «La maggior parte ce la fa da solo», rassicura il riparatore.

Commenti
 
Daniele De Vittori 5 mesi fa su fb
Tecnico per la la lavastoviglie , 1/2 di intervento ( normale ) ma la la botta stava nella trasferta ....!
Stefania Domina 5 mesi fa su fb
Piccolo esempio: il mio lettore cd. Comprato almeno dieci anni fa, usato sempre con le batterie del giusto tipo e con le dovute precauzioni per non farlo rovinare, tenuto con la sua carta dentro & in una scatola per non fargli prendere polvere...non funziona più. Altro esempio: lo scanner. Fu comprato nel 2003, credo, insieme agli altri pezzi del pc...grazie al fatto di aver trovato il programma che mi permette di usarlo, ancora oggi funziona bene e non ho intenzione di cambiarlo solo perché é "vecchio". Stesso discorso per la tastiera del pc: preferisco quella "vecchia", visto che oltretutto funziona meglio di quelle simili a quelle da pc portatile. Come sfioro un tasto, prende subito il comando, altro che dover pigiare quasi a fondo...????
Stefania Domina 5 mesi fa su fb
Piccolo esempio: il mio lettore cd Microspot. Comprato almeno dieci anni fa, usato sempre con le batterie del giusto tipo e con le dovute precauzioni per non farlo rovinare, tenuto con la sua carta dentro & in una scatola per non fargli prendere polvere...non funziona più.????
Fatosdeniz Arslan 5 mesi fa su fb
Ho dovuto pagare per 10 minuti 80fr vedete unpuo
york11 5 mesi fa su tio
Un dettaglio che non viene detto è che in Svizzera i pezzi di ricambio quando ci sono sono venduti a prezzi maggiorati sebbene gli importatori non facciano più stock di ricambi. In un caso diverso qualche anno fa ho dovuto sostituire il compressore dell’aria condizionata di una VW, il solo pezzo di ricambio Bosch presso una concessionaria in Ticino costava 1100.- fr. Presso un distributore germanico di pezzi di ricambio il kit completo con spedizione è costato 460 Euro. Il meccanico che l’ha montato mi ha detto che i prezzi dei ricambi in Svizzera sono volutamente maggiorati per una ragione di mercato in quanto ci sarebbe più potere d’acquisto (?!) Sulla manodopera posso capire che i costi in CH sono elevati, sui pezzi di ricambio importati un raddoppio del prezzo di vendita è frode!
Luca Civelli 5 mesi fa su fb
Paradossalmente la differenza tra il costo del lavoro da noi e nei Paesi produttori rende le riparazioni più costose della sostituzione.
francox 5 mesi fa su tio
Un grosso importatore europeo di un certo tipo apparecchiature tecniche mi ha detto: l'obiettivo degli ingegneri è progettare gli apparecchi prevedendo una durata di vita pari alla garanzia più un giorno...
Tato50 5 mesi fa su tio
A volte basta pagare annualmente una piccola cifra, scaduta la garanzia, di prolungamento per riparazioni, ma questo per apparecchi di un certo costo altrimenti in due anni lo hai pagato due volte!
sedelin 5 mesi fa su tio
FINALMENTE, era ora! basta sprechi, BASTA OBSOLESCENZA PROGRAMMATA: anche questo dovrebbe essere legge!
Tato50 5 mesi fa su tio
@sedelin Certo , dopo "Via Sicura" facciamo anche "Elettrodomestico Sicuro"! A quando gli orari per andare al cesso ?
francox 5 mesi fa su tio
Non sono i clienti che preferiscono comperare il nuovo ma il tecnico che dice che non ne vale la pena. Eventualmente ripara lui e rivende d'occasione. Déjà vu, plusieurs fois.
Dioneus 5 mesi fa su tio
@francox Condivido. L'ultima volta che ho chiamato per riparare una lavastoviglie mi che aveva già qualche annetto mi hanno preventivato 180 franchi per la riparazione più 150 per i pezzi. Ne ho comprata una migliore e nuova a rate
Bacaude 5 mesi fa su tio
@Dioneus E' proprio così. Consiglio a tutti qualche piccolo corso base (idraulica, falegnameria, elettrotecnica). In più della metà dei casi (esperienza personale di diversi anni ormai) con 10-15 fr. di materiale, pinze e saldatore si può riparare da soli.
André Petitpierre 5 mesi fa su fb
A 100 franchi all'ora più la chiamata più i pezzi di ricambio ci credo che si preferisca cambiare piuttosto che riparare. Con buona pace dell'ecologia
Alessandro Milani 5 mesi fa su fb
Andrè giusto ma il sistema è stato creato ad arte
Alessandro Milani 5 mesi fa su fb
Ne parliamo anche che costruiscono già in partenza apparecchi programmati a rompersi dopo x mesi e di cose che potresti cambiare solo un cip ma ti fanno cambiare tutto?na truffa
Ilaria PG 5 mesi fa su fb
Obsolescenza programmata.
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-18 21:22:50 | 91.208.130.87