Keystone
ITALIA
05.01.2019 - 20:430
Aggiornamento 06.01.2019 - 08:26

Ecco il reddito di cittadinanza

A partire da aprile si potrà inoltre andare in pensione se si sono raggiunti a fine 2018 almeno 62 anni di età

ROMA - Dopo un difficile confronto all'interno della maggioranza di governo, il decreto che introduce il Reddito di cittadinanza in Italia e la cosiddetta Quota 100 per l'accesso alla pensione anticipata è pronto.

Entro lunedì, la legge dovrebbe vedere la versione definitiva per essere approvato poi durante la settimana dal Parlamento.

A partire da aprile si potrà inoltre andare in pensione se si sono raggiunti a fine 2018 almeno 62 anni di età e 38 di contributi e nello stesso mese chi è in condizione di povertà potrà chiedere il Reddito di cittadinanza firmando un patto per il lavoro che impone l'impegno alla formazione, alla ricerca attiva del lavoro e all'accettazione di offerte di lavoro congrue.

Il reddito potrà essere chiesto anche dagli stranieri purché in possesso del permesso di lungo soggiorno e residenti in Italia da almeno 10 anni.

Il Governo di Roma stima una spesa per i 9 mesi del 2019 (da aprile) di 6,11 miliardi di euro per una platea di 1.375.000 famiglie (4,34 milioni di persone). Per un intero anno il costo è di 8,14 miliardi.

Per poter ottenere il Reddito di cittadinanza, il beneficio economico non potrà superare i 6.000 euro l'anno per un single che non ha alcun reddito, incrementato a 9.360 se si è in affitto. I prelievi di contatti dalla carta apposita non potranno superare i 100 euro al mese.

Il Reddito di cittadinanza verrà erogato per 18 mesi e potrà essere rinnovato dopo la sospensione di un mese. Dopo 18 mesi, il beneficiario sarà obbligato ad accettare un'offerta di lavoro su tutto il territorio nazionale.

Potrebbe interessarti anche
Tags
cittadinanza
reddito
reddito cittadinanza
lavoro
mese
euro
dopo
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-16 16:02:13 | 91.208.130.86