Deposit Photos
REGNO UNITO
02.01.2019 - 15:480

Gennaio: il mese perfetto per lo stop all'alcol, i benefici dureranno tutto l'anno

I miglioramenti vanno dal risparmio, alla perdita di peso, al sonno migliore

LONDRA - Gennaio è il mese perfetto per provare a stare senza alcol, con benefici che durano per tutto l'anno e che vanno dal risparmio alla perdita di peso al sonno migliore. Lo ricorda l'organizzazione non governativa inglese Alcohol Change, che dal 2013 promuove il 'Dry January', sulla base di uno studio dell'Università del Sussex.

Nella ricerca, pubblicata su Health Psichology, sono state seguite più di 800 persone che hanno tentato di non bere alcol nel gennaio 2018. I partecipanti, spiega Richard de Visser, l'autore principale, ancora ad agosto bevevano meno, con una media di 3,3 giorni alla settimana con almeno un po' d'alcol contro i 4,3. Anche le unità di alcol consumate in media in un giorno sono risultate minori, da 8,6 a 7,1, mentre i giorni di ubriachezza erano passati da 3,4 a 2,1 al mese.

«A questi si aggiungono benefici immediati - spiega de Visser -. Nove persone su dieci hanno affermato di aver risparmiato soldi, sette su dieci di dormire meglio e tre su cinque di aver perso peso. È interessante notare come gli stessi benefici, anche se in misura minore, sono stati notati anche in chi non è riuscito a stare senza alcol per tutto il mese. Ci sono benefici anche solo nel cercare di completare il 'dry january'».

Oltre a quelli elencati i partecipanti allo studio hanno riferito altri benefici, aggiunge l'esperto. Più del 90% ha dichiarato di sentirsi più sotto controllo nell'abitudine al bere e un 54% ha addirittura riferito di avere una pelle migliore.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-14 17:12:13 | 91.208.130.86