REGNO UNITO
09.08.2018 - 12:210
Aggiornamento 30.08.2018 - 09:05

Brexit: i timori di un "divorzio" senza accordo spingono giù la sterlina

Ha raggiunto i valori più bassi degli ultimi nove mesi contro l'euro

LONDRA - I timori di una Brexit 'no deal', un divorzio senz'accordo del Regno Unito dall'Ue, continuano a deprimere la sterlina scambiata in queste ore a Londra attorno a 1 contro 1,28 rispetto al dollaro e 1 contro 1,10 contro l'euro.

Si tratta dei valori più bassi per la divisa britannica rispettivamente da un anno e da nove mesi, sullo sfondo di una tendenza accentuatasi in questi giorni e che tutti gli analisti mettono in relazione con l'incognita sui negoziati sulla Brexit.

La premier conservatrice Theresa May è impegnata intanto in una serie di riunioni estive, fra una tranche di vacanze e l'altra, per cercare di ricompattare almeno il suo partito dietro la nuova piattaforma negoziale (relativamente più soft) fissata dal suo governo nelle scorse settimane.

I risultati restano però incerti, mentre anche dall'Ue non arrivano segnali particolarmente incoraggianti. May insiste del resto a predicare ottimismo su un accordo finale, ma senza escludere l'ipotesi del 'no deal': evocata di recente a più riprese dalla sua stessa compagine e considerata ormai possibile pure a Bruxelles.
 
 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
accordo
brexit
sterlina
divorzio
timori
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-16 11:58:20 | 91.208.130.86