Keystone
STATI UNITI
17.04.2018 - 18:420
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

Netflix fa il pieno di abbonati e vola in Borsa

Il colosso delle tv in streaming chiude il primo trimestre con ricavi in crescita del 40% a 3,7% miliardi di dollari

NEW YORK - Netflix fa il pieno di abbonati e vola in Borsa, forte di una trimestrale e di stime per i tre mesi in corso sopra le attese. Il colosso delle tv in streaming chiude il primo trimestre con ricavi in crescita del 40% a 3,7% miliardi di dollari. L'utile è salito del 63% a 290 milioni di dollari. Ma a sorprendere positivamente gli analisti è il balzo degli abbonamenti: nonostante l'aumento dei prezzi sono saliti di 7,4 milioni di unità a un totale di 125 milioni.

Positive anche le stime per il trimestre in corso, durante il quale Netflix si attende ricavi per 3,9 miliardi di dollari, con quelli internazionali che supereranno per la prima volta quelli realizzati negli States. Netflix prevede infatti 1,94 miliardi di dollari di ricavi fuori dagli Stati Uniti e 1,9 miliardi in casa. I conti sopra le attese spingono i titoli in Borsa, dove Netflix arriva a guadagnare il 7%, salendo ai massimi storici nonostante l'assenza da Cannes. La volata di Netflix spinge i tecnologici, che tornano a salire a Wall Street dopo settimane di passione.

Proprio rispetto ai suoi concorrenti, però, Netflix può tirare un sospiro di sollievo: il suo modello di business è rimasto sostanzialmente immune alle battaglie regolamentari e legali che stanno affliggendo le rivali sul fronte della protezione dei dati personali. ''Sono contento del fatto che abbiamo un modello di business non sostenuto dalla pubblicità'' dice l'amministratore delegato Reed Hastings con il Financial Times, mettendo in evidenza come la società intende spendere 10 miliardi di dollari nel prossimo anno in contenuti e marketing, a fronte degli 1,3 miliardi destinati alla tecnologia. ''Siamo più una società media che una puramente tecnologica'' aggiunge Hastings, assicurando che Netflix intende continuare la sua corsa. ''Abbiamo molti rivali nel mondo. Se ci impigriamo o rallentiamo saremo travolti come tutti gli altri''.

E gli analisti sono d'accordo sul fatto che la corsa continuerà. Baird prevede che Netflix raggiungerà i 300 milioni di abbonati nel 2025, anche se il pareggio in termini di cash flow non sarà centrato fino al 2024. I successi di Netflix con la sua programmazione - dice Credit Suisse - faranno sì che Wall Street continuerà a sottoscrivere i suoi investimenti e quindi a credere nella società.
 
 

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-13 10:38:49 | 91.208.130.89