Ti-Press/Carlo Reguzzi
REGNO UNITO
23.09.2014 - 15:370
Aggiornamento : 24.11.2014 - 15:32

S'ispira alla serie Breaking Bad e cerca di avvelenare la madre

La 37enne non è comunque riuscita a portare a termine il suo intento

LONDRA - Kuntal Patel è rimasta fin troppo impressionata dalla visione della serie americana diventata cult "Breaking Bad". La donna britannica di 37 anni, residente nell'est di Londra, avrebbe tratto ispirazione da un episodio del programma pluripremiato, sulle vicende di un tranquillo professore di chimica che diventa un narcotrafficante in New Mexico, per cercare di avvelenare la madre Meena di 60 anni. Il suo complotto è stato però scoperto e ora la donna è sotto processo: rischia una condanna per tentato omicidio.

Il suo odio contro la madre era stato scatenato dal fatto che non voleva sposasse il suo fidanzato. Kuntal quindi mentre guardava la serie tv aveva pensato di copiare il protagonista Walter White, interpretato da Bryan Cranston, che usa la ricina, una proteina presente in una pianta velenosa, per eliminare un suo avversario con un tè letale. La donna si è quindi piazzata di fronte al computer e si è messa a interrogare Google alla ricerca di "veleni non rintracciabili" e siti dove comprarli. È entrata in contatto con l'americano Jesse Korff, specializzato nella vendita online di queste sostanze, che ha spedito alla donna della abrina, simile alla ricina, nascosta in una candela. L'aspirante omicida in una e-mail al suo fornitore lo aveva perfino chiamato Heisenberg, il soprannome usato dal protagonista di Breaking Bad quando entra nel mondo del crimine. Kuntal, sicura di potersi liberare della madre, le ha piazzato la sostanza in una Coca Cola, aspettando che facesse effetto. Ma alla fine l'acidità della bibita ha salvato la vittima del complotto, annullando l'effetto tossico.

ats ans


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-11 01:08:37 | 91.208.130.89