BERGAMO
21.10.2012 - 19:540
Aggiornamento : 13.11.2014 - 03:03

Italia: nipote ammazza zio durante battuta di caccia

BERGAMO - Ancora una persona uccisa accidentalmente in Italia da un colpo di fucile partito per sbaglio durante una battuta di caccia. Dopo il sedicenne ucciso ieri per errore da un amico di 17 anni nel Pavese, oggi nella Bergamasca un venticinquenne è inciampato durante una battuta di caccia e dal suo fucile è partito un colpo che ha raggiunto e ucciso lo zio di 64 anni.

I due incidenti mortali in due giorni hanno riaperto le polemiche sulla caccia. A chiedere di fermare questa "strage di civili" è stata oggi l'Associazione vittime della caccia, secondo cui in neppure 35 giorni ci sono già stati 13 morti e 33 feriti.

Contrario Osvaldo Veneziano, presidente dell'Arci Caccia, secondo cui incidenti come quelli avvenuti nelle ultime ore possono accadere a chiunque.



ATS

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-04 11:04:31 | 91.208.130.85