Depositphotos (archivio)
ITALIA
15.10.2020 - 06:300

Pazienti più esposti al Covid? Ecco perché

Secondo uno studio, SARS-CoV-2 potrebbe sfruttare alcuni recettori correlati ad altre patologie croniche

La ricerca ha coinvolto 40mila persone. Il coronavirus è stato messo in correlazione con 31 tipologie di cancro.

ROMA - Alcune malattie croniche costituiscono un bersaglio più semplice da colpire per il nuovo coronavirus. A confermarlo è uno studio pubblicato su FEBS Open Bio da un team costituito da ricercatori dell'Istituto Superiore di Sanità italiano, dell’Istituto Dermopatico dell’Immacolata di Roma e dell’Istituto di scienza dell’alimentazione del CNR di Avellino

Nelle persone affette da alcuni tipi di cancro, da diabete e da malattie coronariche e cerebrovascolari, il SARS-CoV-2 potrebbe «trovare una via agevolata perché sfrutta i recettori correlati a queste patologie croniche», spiegano gli autori dello studio.

Lo studio ha coinvolto 40mila persone, mettendo in correlazione il coronavirus con 31 tipologie di cancro. I ricercatori si sono concentrati in particolare su cinque proteine (note per essere coinvolte nell'infezione da SARS-CoV-2), confrontando i dati della loro espressione in tessuti di soggetti sani e malati di tumore.

I pazienti affetti da Covid-19 nella forma più grave, spiegano gli autori, «mostrano spesso almeno altre tre patologie concomitanti». Questa presenza simultanea tra infezione e altre condizioni «determina un serio aggravamento delle condizioni cliniche di questi pazienti e in quelli che guariscono si osserva di frequente la persistenza di alcuni danni e sintomi anche extra-polmonari».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Don Quijote 6 mesi fa su tio
Beh, non è una novità, già si sapeva che non si muore di solo CV19 ma che fa traboccare il vaso in presenza di patologie gravissime come l'obesità, l'età, il diabete e problemi circolatori. A parte l'età, le altre patologie sono dovute principalmente all'incoscienza delle persone e sarebbero in gran parte evitabili. Chi è causa del suo mal pianga sé stesso.
pillola rossa 6 mesi fa su tio
@Don Quijote I media invece insistono sulle responsabilità di chi non è causa del proprio male.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-16 04:12:02 | 91.208.130.86