keystone-sda.ch / STF (Ng Han Guan)
Sono più di 82mila le vittime del coronavirus nel mondo.
MONDO
08.04.2020 - 08:300
Aggiornamento : 10:58

I decessi causati dal Covid-19 sono più di 82mila

Polemica in Francia per Macron senza mascherina davanti a una folla di persone

BALTIMORA - Sono più di 82mila le persone che hanno perso la vita fino a questo momento a causa della pandemia di coronavirus.

È quanto indica il conteggio aggiornato della Johns Hopkins University. Le persone risultate positive al tampone sono al momento 1'431'375. La nazione con il maggior numero di contagi è gli Stati Uniti, che sfiora quota 400mila. Segue la Spagna, che con quasi 142mila casi ha superato l'Italia (135'586). Poi Francia, Germania e Cina.

Il maggior numero dei decessi si conta invece in Italia, con oltre 17mila vittime. Poi la Spagna (poco più di 14mila) e la Francia (10'328).

Macron tra la folla senza mascherina - In pieno confinamento e con la curva epidemica ancora in ascesa, le immagini di Emmanuel Macron senza mascherina, che si rivolge a una folla di persone accalcata per una sua visita a un centro medico nella banlieue di Parigi, sta creando polemiche.

Il capo dello stato appare in diverse immagini e riprese di ieri pomeriggio, all'uscita da una visita in uno dei dipartimenti più colpiti dal coronavirus, Seine-Saint-Denis. È senza mascherina, a un qualche metro da nutriti gruppi di abitanti del posto.

Il presidente era entrato nell'istituto poco prima, per rendere omaggio al personale sanitario, indossando una protezione sul viso. All'uscita lo attendevano decine di residenti di Pantin, alla periferia di Parigi, venuti appositamente per un selfie o per scambiare qualche battuta. Il presidente resta distante, la folla si accalca. A un certo punto, Macron - a mani giunte - li ha pregati di «rispettare le regole» e di «rientrare a casa».

Sui social, bufera di critiche, a cominciare da un tweet di Marine Le Pen: «A Pantin, persone accalcate senza rispetto del confinamento né delle distanze, davanti al presidente della Repubblica. Assolutamente deprimente».

Casi sospetti sulla portaerei De Gaulle - Una quarantina di marinai della portaerei nucleare francese Charles de Gaulle sono affetti da «sintomi compatibili» con il coronavirus e sono sotto «osservazione medica speciale»: lo ha annunciato oggi a Parigi il ministero delle Forze armate.

«Da oggi - si legge in un comunicato - una squadra attrezzata con strumenti di screening sarà imbarcata sulla portaerei per indagare sui casi emersi e impedire la propagazione del virus a bordo della nave». La Charles de Gaulle si trova attualmente nell'Atlantico e sta facendo rotta verso il Mediterraneo per un attracco che - secondo i programmi - sarebbe stato previsto a Tolone il 23 aprile. 

I dati in costante aggiornamento.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-14 23:09:11 | 91.208.130.86