Depositphotos (Krakenimages.com)
Una donna ha sporto denuncia per revenge porn ma è stata licenziata dal datore di lavoro.
ITALIA
19.02.2020 - 15:140

Vittima di revenge porn, viene licenziata per "danno d'immagine"

La donna ha denunciato tre persone. Pare che i video circolassero anche in chat frequentate da poliziotti e carabinieri

BRESCIA - Ha dell'incredibile la vicenda accaduta a una donna di 40 ani che vive a Brescia.

Tutto nasce da alcuni suoi video intimi, realizzati alcuni anni fa e che erano stati inviati a un uomo con il quale intratteneva una relazione, come spiega Il Giornale di Brescia. Immagini che ovviamente sarebbero dovute rimanere private e che invece hanno iniziato a circolare su Internet e in svariate chat. Anche il suo numero di telefono è stato reso pubblico.

La donna ha trovato il coraggio di denunciare tre uomini, che ora sono indagati con l'accusa di revenge porn. Nel corso dell'inchiesta è emerso, con tanto di prove, che i video sono finiti anche in chat frequentate da poliziotti e carabinieri. Nessuno dei membri delle forze dell'ordine ha sporto denuncia e bloccato la diffusione delle immagini.

La parte più surreale di questa vicenda è che la 40enne è stata licenziata da uno degli studi per cui lavorava per "danno d'immagine". Il titolare non avrebbe gradito le telefonate ricevute in ufficio da parte di uomini che chiedevano della professionista, evidentemente non per finalità lavorative ma come conseguenza della diffusione indebita delle sue generalità.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-15 19:54:30 | 91.208.130.85