keystone-sda.ch / STR (ADAM S DAVIS)
+ 26
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
CINA
55 min
Coronavirus: guarito con il plasma. È corsa alle cure
Ottimismo da parte delle autorità sanitarie: «Il virus può essere prevenuto ed è curabile»
FRANCIA/CANADA
1 ora
Pare proprio che Alstom si comprerà Bombardier
Creando un vero e proprio colosso del trasporto ferroviario, la cifra dell'acquisizione si aggira attorno ai 6 miliardi di euro
CINA
2 ore
È morto di coronavirus il direttore dell'ospedale di Wuhan
Liu Zhiming dirigeva il Wuchang Hospital, è il primo responsabile sanitario a perdere la vita per la malattia
ITALIA
2 ore
Ordigno della seconda guerra mondiale rinvenuto poco fuori Milano
La bomba è stata scoperta nel Seveso vicino a Paderno Dugnano causando un gran caos, anche per i pendolari
BULGARIA
3 ore
Un'epidemia di aviaria fra le anatre preoccupa la Bulgaria
Il virus è stato rilevato in un allevamento non lontano dalla capitale, le autorità: «Tutto è sotto controllo»
HONG KONG
3 ore
«Serviamo solo i clienti che parlano in cantonese»
Lo staff della catena Kwong Wing Catering «non parla il mandarino». Un escamotage per tenere lontani i clienti cinesi? La decisione fa discutere
STATI UNITI
4 ore
Facebook: «Le nuove norme sui social siano chiare e condivise»
Nel giorno in cui Mark Zuckerberg è a Bruxelles, la piattaforma pubblica il suo libro bianco sui contenuti dannosi
RUSSIA
4 ore
Turisti pazzi per la Russia: nel 2019 è boom di visite
L'aumento dell'afflusso è addirittura superiore al 20%, particolarmente affezionati sono i cittadini cinesi
GERMANIA
4 ore
Gli ascensori di Thyssenkrupp fanno gola
Due gruppi di società d'investimento puntano ad aggiudicarsi il comparto del colosso tedesco. Il prezzo delle azioni potrebbe salire del 20%
SIRIA
4 ore
Scoperta fossa comune a est di Damasco
Conteneva le spoglie di 70 persone. Quell'area era nelle mani dei gruppi armati anti-regime
FOTO
PAKISTAN
5 ore
Kamikaze si fa esplodere fra la folla: 10 morti
È successo a Quetta nel Belucistan, 21 i feriti e ingenti danni strutturali
BELGIO
5 ore
Resta in stand-by il mandato d'arresto per Puigdemont
Il procedimento è stato sospeso in attesa che il Parlamento europeo decida sulla revoca dell'immunità
STATI UNITI
27.01.2020 - 23:360
Aggiornamento : 28.01.2020 - 06:09

Da Los Angeles alla Cina, il mondo piange Bryant

Un fiume inarrestabile di omaggi ha coinvolto personaggi noti e gente comune

di Redazione
ats ans

WASHINGTON - Lo sgomento e il dolore per la morte di Kobe Bryant nello schianto del suo elicottero ieri, nel quale sono rimaste vittime anche la figlia tredicenne Gianna (astro nascente del basket femminile) e altre sette persone, provocano un fiume inarrestabile di omaggi. La polizia di Los Angeles annuncia che le indagini saranno lunghe, tra le prime ipotesi c'è quella della nebbia che aveva costretto gli elicotteri della polizia a rimanere a terra. Intanto gli Stati Uniti si commuovono anche per la piccola GiGi, un nome omaggio al passato italiano e un soprannome esplicito per la sua passione sportiva, Mambacita.

Ma è l'immagine di Kobe quella più vista e pianta, da Los Angeles alla Cina, passando per l'Europa. È un susseguirsi di omaggi al campione, è il mondo intero a piangere "Black Mamba". Testimonianze dal mondo dello sport, ma non solo. Dall'ex presidente degli Usa Bill Clinton al primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, da Cristiano Ronaldo a Tiger Woods, dall'amico Jack Nicholson allo scrittore Paulo Coelho hanno voluto ricordare Bryant, da tutti salutato come "leggenda".

Le lacrime di LeBron James al ritorno dalla trasferta di Philadelphia parlano da sole. Le immagini lo ritraggono col cappuccio della felpa alzato e mentre con la mano si asciuga il viso. Proprio a King James l'ultimo messaggio di Kobe su Twitter, per congratularsi con LeBron che nelle ultime ore lo aveva scavalcato come terzo marcatore di tutti i tempi. «Per me era come un fratello più piccolo, gli ho voluto bene»: cosi' un'altra leggenda del basket, Michael Jordan, ricorda Bryant, dicendosi scioccato per quanto accaduto, e ricordando come Kobe era anche "un padre straordinario" con sua figlia Gianna, morta con lui nell'incidente.

Bryant è stato ricordato anche durante la premiazione dei Grammy's, gli Oscar della musica, allo Staples center, dove Black Mamba ha giocato tante partite con i Los Angeles Lakers mentre i Dallas Mavericks hanno deciso di ritirare la maglia numero 24 in segno di rispetto. A New York una delle fermate della metropolitana è stata rinominata Kobe Bryant Park. Subito dopo la notizia della morte invece, all'esterno del Madison Square Garden è stato installato un mega schermo in ricordo della star dell'Nba. E Reggio Emilia - dove Bryant ha giocato nelle giovanili - gli intitolerà una piazzetta.

«Kobe è stato un vero mito e fonte di ispirazione per molti. Riposa in pace leggenda» scrive Cristiano Ronaldo su Instagram. Tiger Woods si dice «scioccato e triste». «Ricorderò per sempre Kobe, aveva il fuoco dentro e il desiderio di spingere in ogni occasione i compagni al successo. Ha dimostrato di essere un campione in tutte le circostanze della vita. Era un esempio e sarà sempre nel mio cuore».

Nick Kyrgios si è presentato sul campo degli Australian Open prima della sfida con Nadal con la maglia dei Lakers numero 8, quella degli inizi di Bryant, mentre la giovanissima campionessa americana Coco Gauff ha scritto sulle sue scarpette rosa la dedica Mamba mentality e poi riposa in pace con i numeri storici del campione americano, l'8 e il 24. Anche l'altra tennista americana, Cathie McCally, compagna di doppio della Gauff, ha voluto ricordare l'ex atleta, scrivendo Kobe sulle scarpe.

«Quando pensiamo che tutto sia solido, c'è un grosso buco nel muro». Con queste parole in una rara intervista l'attore premio Oscar Jack Nicholson ricorda Bryant del quale era grande fan e soprattutto grande amico. «È stato un evento terribile - le parole di Nicholson che ha ricordato anche il momento in cui ha conosciuto Kobe - L'ho preso in giro la prima volta che ci siamo incontrati - ha detto a Cbs. È stato al Madison Square Garden di New York, gli ho offerto un pallone da basket e gli ho chiesto se voleva che lo autografassi per lui. Mi ha guardato come se fossi pazzo. Ci mancherà».

Anche lo scrittore Paulo Coelho si unisce a coloro che esprimono dolore per la scomparsa di Bryant. I due si conoscevano, e Coelho rivela oggi con un tweet che avevano un progetto comune, quello di scrivere un libro insieme. «Caro Kobe Bryant, eri molto di più di un grande giocatore - twitta lo scrittore brasiliano -. Dall'interagire con te ho appreso molto. Ora strapperò quelle bozze, quel libro ha perso la sua ragione di essere».

keystone-sda.ch (Ringo H.W. Chiu)
Guarda tutte le 30 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-17 20:54:33 | 91.208.130.87