Keystone
STATI UNITI/IRAN
05.01.2020 - 14:360

«Le dichiarazioni di Trump sono inaccettabili»

Lo ha detto il viceministro degli esteri iraniano all'ambasciatore svizzero a Teheran

di Redazione
ATS

TEHERAN - Il viceministro degli esteri iraniano Abbas Araghchi ha convocato l'ambasciatore svizzero a Teheran in seguito alle minacce del presidente degli Stati Uniti Donald Trump contro siti culturali iraniani. «Le dichiarazioni ostili e minacciose del presidente americano sono assolutamente inaccettabili e violano leggi internazionali» ha dichiarato oggi Araghchi al diplomatico.

Secondo il viceministro degli esteri le parole di Trump ricordano i metodi dei mongoli - che nel 13esimo secolo avevano conquistato Baghdad e distrutto massicciamente beni culturali - e delle milizie terroristiche islamiche - negli ultimi anni l'Isis ha distrutto monumenti di valore inestimabile in Siria e Iraq - e sono un chiaro segno di crimini di guerra.

L'Iran non si lascerà però intimorire da simili minacce e replicherà rigorosamente a ogni aggressione degli Usa, ha aggiunto Araghchi citato dall'agenzia Isna.

Come noto, la Svizzera rappresenta gli interessi degli Stati Uniti in Iran in assenza di relazioni diplomatiche tra i due paesi da quarant'anni. Già nei giorni scorsi il ministero degli esteri di Teheran aveva convocato diplomatici elvetici.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-21 03:09:10 | 91.208.130.86