Keystone (archivio)
REGNO UNITO
22.11.2019 - 14:160
Aggiornamento : 14:41

Tir della morte, in manette un altro irlandese del Nord

La polizia britannica ha arrestato un presunto basista coinvolto nella vicenda dei 39 migranti vietnamiti rinvenuti morti in un rimorchio-freezer

di Redazione
ats ans

LONDRA - Nuovo arresto della polizia britannica nelle indagini per traffico di esseri umani sulla vicenda del ritrovamento dei cadaveri di 39 migranti clandestini vietnamiti avvenuto un mese fa nel rimorchio-freezer del cosiddetto tir della morte sbarcato nel sud dell'Inghilterra dal Belgio.

In manette, riferiscono i media è finito un presunto basista 23enne, nordirlandese come l'autista del camion, Maurice Robinson, già incriminato per omicidio colposo plurimo, riciclaggio di denaro e complicità in immigrazione illegale.

In Irlanda resta detenuta una terza persona, Eamonn Harrison, 22 anni, del quale il Regno Unito ha chiesto alle autorità di Dublino l'estradizione. Mentre diversi presunti trafficanti sono stati arrestati in Vietnam, coinvolti secondo le accuse nell'organizzazione delle fasi iniziali del viaggio dei 39 - 31 uomini e 8 donne - passato pure attraverso la Cina.

Proprio ieri, intanto, altri 16 giovani migranti clandestini sono stati trovati vivi, ma provati, nel rimorchio di un tir su un ferry in navigazione tra la Francia e la Repubblica d'Irlanda.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-12 19:26:08 | 91.208.130.87