Keystone (archivio)
Un'altra madre piange propria figlia a St. Louis: da aprile sono 14 i bimbi (o teenager) morti per le armi da fuoco.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
ISRAELE
5 ore
Netanyahu senza maggioranza, Gantz avanti d'un soffio
ITALIA
5 ore
Renzi lancia "Italia viva"
SPAGNA
6 ore
La Spagna torna al voto
STATI UNITI
6 ore
Gli Usa fanno causa a Snowden per il libro
INDIA
7 ore
Scappa con l'elefante perché vogliono separarli, trovato dai giornalisti
STATI UNITI
8 ore
75 miliardi di dollari dalla Fed
CITTÀ DEL VATICANO
8 ore
Abusi sessuali, due preti rinviati a giudizio
STATI UNITI
9 ore
Ubriaca, va a prendere il fidanzato fermato per guida in stato di ebrezza: arrestata
ALBANIA
10 ore
Tusk: «L'Albania merita l'avvio dei negoziati per l'adesione all'Ue»
STATI UNITI
11 ore
Per 1 americana su 16 il primo rapporto sessuale è stato uno stupro
STATI UNITI
11 ore
Sigarette elettroniche: negli Stati Uniti la settima vittima
ITALIA
11 ore
Autobus va fuori strada e finisce contro un albero: 30 feriti
STATI UNITI
12 ore
Manifestazioni per il clima: a New York 1 milione di scolari potranno saltare la scuola
BRASILE
12 ore
Amazzonia: il capo indigeno Raoni proposto per il Nobel per la Pace
ARGENTINA
13 ore
Allarme femminicidio, uccise quattro donne nel fine settimana
STATI UNITI
24.08.2019 - 19:130
Aggiornamento : 22:08

Sparatoria a St. Louis, muore una bimba di 8 anni

Gli spari sono stati esplosi durante un evento legato alla stagione pre-scolastica di football. Altre tre persone sono rimaste ferite

ST. LOUIS - Una bambina di soli 8 anni è l'ultima vittima della violenza legata alle armi da fuoco in Usa. Si chiamava Jurnee Thompson e stava assistendo con alcuni famigliari ad una esibizione di football vicino alla scuola superiore Soldan di St Louis, in Missouri. È rimasta colpita all'addome ed è morta dopo essere stata trasportata all'ospedale.

Uno degli spettatori è accorso per aiutarla dopo aver sentito gli spari: «Per prima cosa ho provato a vedere se era cosciente, era ferita all'addome ma era evidente che la vita la stava abbandonando», ha raccontato Mark Vasquez.

Nella sparatoria sono rimasti feriti anche due suoi cugini di 16 anni, e una donna di 40, tutti in condizioni stabili. La polizia ha fermato diverse persone ma non ha ancora individuato il responsabile.

Secondo una prima ricostruzione, sarebbe esplosa una rissa con almeno trenta persone e mentre gli agenti cercavano di gestire il fuggi fuggi della folla si sono uditi degli spari. Almeno un proiettile purtroppo ha colpito fatalmente la piccola, che è il quattordicesimo bambino o teenager ucciso in questa città da colpi d'arma da fuoco solo dallo scorso aprile.

Una scia di sangue che allunga il bilancio delle vittime per armi da fuoco, dopo le due terribili sparatorie di inizio agosto a El Paso, Texas, e a Dayton, Ohio, che hanno causato un totale di 29 morti ed oltre 50 feriti. Senza che sino ad oggi sia cambiato nulla per rafforzare almeno i controlli su chi compra armi.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-18 03:38:41 | 91.208.130.85