keystone-sda.ch/STF (DEAN LEWINS)
+ 4
AUSTRALIA
13.08.2019 - 10:400
Aggiornamento : 11:14

Accoltella una donna e grida «Allah Akbar» e «Sparami»

Nei pressi del luogo delle aggressioni nel centro di Sydney è stato trovato un cadavere. La donna pugnalata è in condizioni stabili

SYDNEY - Ha pugnalato una donna e ha cercato di aggredire altre persone, urlando «Allah Akbar» e «Sparami» nel centro di Sydney, sporco di sangue sul volto e sui vestiti. L’uomo è stato fermato da alcuni passanti prima di essere definitivamente bloccato dalla polizia. 

I testimoni hanno spiegato che l’aggressore aveva un grosso coltello da cucina. I filmati trasmessi dai media locali lo mostrano salire sul tetto di una macchina urlando. Una cassa di plastica e una sedia sono state usate per fermarlo dopo un inseguimento.

Nei pressi del luogo delle aggressioni è stato trovato un cadavere in un appartamento. Le autorità stanno cercando di chiarire la dinamica dei fatti, ma pensano che le due vicende siano collegate.

La donna pugnalata è stata operata ed è in condizioni stabili. 

L'uomo è stato identificato come il 21enne Mert Ney, potrebbe avere problemi mentali. La polizia pensa che non vi siano legami con il terrorismo. 

keystone-sda.ch/STF (Rick Rycroft)
Guarda tutte le 8 immagini
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-21 13:53:22 | 91.208.130.87