Keystone - foto d'archivio
MONDO
03.08.2019 - 09:260
Aggiornamento : 10:10

«L'Isis potrebbe colpire ancora entro fine anno»

Secondo il rapporto dell'Onu ci sono 30.000 foreign fighter che potrebbero essere ancora vivi e pronti all'azione

NEW YORK - Entro la fine dell'anno potrebbero verificarsi nuovi attacchi terroristici da parte dell'Isis. E' l'allerta contenuta in un rapporto dell'Onu basato sui dati dei servizi di intelligence di tutti i paesi membri secondo il quale ci sono 30.000 foreign fighter che potrebbero essere ancora vivi e pronti all'azione in tutto il mondo.

Nel rapporto di 24 pagine si analizza il rischio attentati per area geografica ma senza indicare obiettivi precisi. In Europa si calcola che siano circa 6.000 i foreign fighter partiti per la Siria e l'Iraq. Un terzo è stato ucciso, un altro terzo è rimasto nella regione o è fuggito altrove. Duemila sono tornati in Europa e questo fa sì che la minaccia nel continente «resti alta».

La ricerca dell'Onu si concentra poi sull'Africa occidentale che ha visto un notevole incremento degli atti di violenza compiuti da militanti islamici.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-16 05:07:08 | 91.208.130.87