Keystone
IRAN
30.07.2019 - 16:180

Sequestro delle petroliere: la Regina Elisabetta è come un pirata

Così viene ritratta la sovrana nella mostra "I pirati della Regina" al centro culturale Osveh di Teheran

TEHERAN - La Regina Elisabetta come un pirata: è una delle 40 vignette della mostra "I pirati della Regina", inaugurata al centro culturale Osveh di Teheran, nel pieno dello scontro tra Iran e Regno Unito sul rispettivo sequestro delle petroliere.

Nel disegno, la sovrana brandisce una sciabola da abbordaggio e fa bella mostra di teschio e ossa incrociate, simboli corsari. Diverse altre vignette la rappresentano con le sembianze tipiche dei pirati.

Le autorità della Repubblica islamica, compresa la Guida suprema Ali Khamenei, hanno definito come un atto di "pirateria" il sequestro da parte della Royal Navy a inizio luglio al largo di Gibilterra del cargo iraniano Grace 1, sospettato di esportare petrolio in Siria in violazione delle sanzionidell'UE.

Dal canto suo, Londra ha definito "illegale" il sequestro della sua nave cisterna Stena Impero nello stretto di Hormuz da parte dei Pasdaran, che l'hanno accusata di aver violato le norme di sicurezza della navigazione, speronando tra l'altro una barca di pescatori locali.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-17 22:10:52 | 91.208.130.85