keystone-sda.ch/ (Jacquelyn Martin)
CINA
29.06.2019 - 10:370
Aggiornamento : 12:08

Huawei potrà tornare ad acquistare forniture negli Usa

Ripartono i negoziati fra Usa e Cina

PECHINO - Huawei potrà tornare ad acquistare i prodotti dai fornitori americani, in quella che appare una concessione fatta dal presidente Donald Trump nei colloqui avuti a Osaka con l'omologo Xi Jinping.

«Le compagnie Usa possono vendere attrezzature a Huawei, lì dove non ci sono grandi problemi con la sicurezza nazionale», ha detto lo stesso Trump, parlando nella conferenza stampa alla fine del G20 di Osaka.

«Abbiamo discusso di molte cose. Abbiamo discusso di Huawei. Una cosa che consentirò, e che sorprenderà molte persone, è che vendiamo a Huawei un ammontare enorme di componenti utili per i vari prodotti che loro fanno», ha aggiunto Trump, dicendo di non essere disponibile, tuttavia, a rimuovere la compagnia dalla "lista nera" del commercio Usa.

Il futuro della compagnia, invece, non sarà deciso fino alla fine dei colloqui sul commercio. L'argomento è stato tra quelli più discussi in conferenza stampa, in base al fatto che le risposte di Trump sono apparse a molti poco chiare, a partire da quanto ampio sia il via libera agli acquisti e se si tratti di uno nuovo o se si riferisca alla proroga di 90 giorni già decisa.

Comunque, il presidente ha assicurato di non aver parlato con Xi del caso del direttore finanziario di Huawei, Meng Wanzhou, arrestata a dicembre a Vancouver su richiesta Usa con l'accusa di aver violato le sanzioni americane all'Iran. Meng, ora in libertà vigilata, è in attesa che il Canada decida sulla estradizione negli Usa.

«Non aumento i dazi sulla Cina» - «Per il momento non ci saranno nuovi aumenti di dazi, ma ripartiranno i negoziati». Lo ha detto il presidente Usa Donald Trump, parlando dell'incontro avuto con il presidente Xi Jinping.

«Loro spenderanno molti soldi, un enorme ammontare di soldi, per prodotti agricoli e cibo americani. Lo faranno quasi subito, già durante i negoziati».

«Il trattato sulla sicurezza con il Giappone deve cambiare» - «Il trattato sulla sicurezza tra Stati Uniti e Giappone è ingiusto e deve essere modificato», riferendosi alla mancanza di reciprocità.

Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, nella conferenza che conclude il G20 di Osaka. L'inquilino della Casa Bianca ha tuttavia escluso di considerare al momento un'uscita dal trattato stipulato nel 1960.
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Kader Sari 11 mesi fa su fb
Lorenzo Capponi
miba 11 mesi fa su tio
...vedo che il paranoico è molto in chiaro sulla visione economica del proprio paese.....
Armando Belotti 11 mesi fa su fb
Per forza, hanno perso troppi soldi nelle ultime settimane
Antonio Scettri 11 mesi fa su fb
Beh direi invece che con tutti gli utenti Huawei in USA, la mossa di Trump era impercettibilmente azzardata
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-02 17:49:19 | 91.208.130.87