Ti-Press
ITALIA
21.05.2019 - 11:240
Aggiornamento : 13:12

Lago di Como: arrestato magnate russo, «per soli 40 mila euro»

L'imprenditore milionario da quando ha lasciato la Russia si occupa di affari tra Londra e Italia. Sarebbe un oppositore di Putin

COMO - Un magnate russo, Andrey Smyshlyaev, è stato arrestato dalla Polizia di Stato in provincia di Como, dove possiede una villa sul lago. L'uomo, ricercato nel Paese d'origine, sarebbe un oppositore del presidente russo Vladimir Putin e la vicenda, riportata oggi dal Corriere della Sera, appare quindi particolarmente delicata.

L'imprenditore, che è un milionario, da quando ha lasciato la Russia si occupa di affari tra Londra e Italia, e su di lui grava un ordine di cattura internazionale «per una sottrazione da 40 mila euro».

«È come smuovere l'Interpol (l'Organizzazione internazionale della polizia criminale, ndr) per arrestare un italiano autore di uno scippo in vacanza all'estero», ha detto il suo legale opponendosi a un'estradizione «che ha l'odore della persecuzione politica».
 
 

Commenti
 
Danny50 4 mesi fa su tio
Ecco cosa succede ad insediarsi in certi paesi. Non per niente in CH ci sono i migliori miliardari. Hanno garanzia giuridica, discrezione e sicurezza. Queste qualità hanno un costo, giustificato. Paghi di più una Porsche di una Fiat, n’est-ce pas ?
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-20 17:33:28 | 91.208.130.86