KEYSTONE
Respinto l'ultimo ricorso dei genitori di Vincent Lambert.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
17 min
Manifestazioni per il clima: 1 milione di scolari potranno saltare la scuola a New York
BRASILE
48 min
Amazzonia: il capo indigeno Raoni proposto per il Nobel per la Pace
ARGENTINA
1 ora
Allarme femminicidio, uccise quattro donne nel fine settimana
ITALIA
2 ore
Greta non è una bimba di Bibbiano
REGNO UNITO
2 ore
«Clamoroso» sgarbo del Lussemburgo contro Boris Johnson
UNIONE EUROPEA
2 ore
Bce: ok del Parlamento europeo alla nomina di Lagarde
STATI UNITI
3 ore
TripAdvisor apre un'indagine sulle sue recensioni: 1 milione sono false
STATI UNITI
3 ore
WeWork rinvia ancora l'esordio in borsa
GERMANIA
3 ore
In Germania allarme per boom di bebé nati con malformazioni alle mani
STATI UNITI
5 ore
Cani anti-bomba donati dagli Usa alla Giordania lasciati a morire di fame
CINA
5 ore
L'alcol potrebbe aiutare i diabetici
ITALIA
6 ore
Esplosione in una raffineria in provincia di Pavia
ITALIA
7 ore
Renzi esce dal PD, ma garantisce il sostegno a Conte
GERMANIA
9 ore
"Lo ha detto lei o Hitler?": politico dell'AfD interrompe l'intervista
ITALIA
20 ore
Nasconde l'Hiv e contagia quattro donne: morta l'ex compagna
FRANCIA
20.05.2019 - 17:100
Aggiornamento : 17:55

Respinto l'ultimo ricorso dei genitori di Vincent Lambert

La Corte europea dei diritti umani ha detto no «in mancanza di elementi nuovi»

PARIGI - La Corte europea dei diritti umani ha respinto per direttissima, «in mancanza di elementi nuovi», un ulteriore ricorso dei genitori di Vincent Lambert, che avevano chiesto di sospendere il procedimento di sospensione dei trattamenti al figlio, in stato semivegetativo da 10 anni in Francia.

Emmanuel Macron, dicendosi «molto coinvolto» dalla vicenda di Vincent Lambert, ha dichiarato che non spetta a lui «sospendere una decisione che spetta all'apprezzamento dei suoi medici e che è in conformità con le nostre leggi».

In un post sulla sua pagina Facebook, Macron - che i genitori di Lambert avevano «implorato» di intervenire - spiega che «la decisione di mettere fine ai trattamenti è stata presa al termine di un dialogo permanente fra i suoi medici e sua moglie, che è la sua tutrice legale» e «in applicazione della nostra legge che consente di sospendere le cure in caso di accanimento irragionevole». Il presidente aggiunge di non volersi «immischiare nella decisione medica e di diritto».


 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-17 15:32:46 | 91.208.130.86