KEYSTONE/EPA (FACUNDO ARRIZABALAGA)
Respinta la domanda di scarcerazione di Chelsea Manning.
STATI UNITI
22.04.2019 - 16:400

Respinta la domanda di scarcerazione di Chelsea Manning

L'ex analista dell'intelligence è stata arrestata il mese scorso per aver rifiutato di testimoniare - probabilmente contro WikiLeaks o il suo fondatore, Julian Assange - davanti un gran giurì federale

NEW YORK - Una corte d'appello federale ha respinto la richiesta di scarcerazione di Chelsea Manning. L'ex analista dell'intelligence è stata arrestata il mese scorso per aver rifiutato di testimoniare - probabilmente contro WikiLeaks o il suo fondatore, Julian Assange - davanti un gran giurì federale nel distretto orientale della Virginia.

Manning, che in precedenza ha trascorso sette anni dietro le sbarre per aver fatto trapelare documenti classificati a Wikileaks, è stata citata in giudizio a marzo per testimoniare, anche se non è chiaro come mai il giudice abbia richiesto la sua presenza dopo un anno che Assange è stato incriminato per cospirazione. I pubblici ministeri non hanno voluto far sapere su cosa avrebbero voluto interrogarla.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-21 01:02:27 | 91.208.130.87