KEYSTONE/EPA (Julien de Rosa)
+ 16
FRANCIA
20.04.2019 - 14:590
Aggiornamento : 20:11

Gilet gialli: primi scontri a Parigi, anche per "colpa" di Notre-Dame

«Milioni per Notre-Dame, e i poveri?» si legge su alcuni cartelli. «Notre-Dame non siamo noi» su altri. Le tensioni sono esplose sul boulevard Richard Lenoir

PARIGI - Scontri a Parigi fra casseur e polizia mentre il corteo dei gilet gialli sta raggiungendo Place de la Republique. Cassonetti e materiale di cantiere sono stati dati alle fiamme, auto danneggiate e oggetti lanciati contro gli agenti, che hanno risposto con lacrimogeni. Ma anche gli immobili sono stati danneggiati. È toccato a McDonald's, poi al magazzino Go Sport (materiale sportivo prelevato dalle vetrine e lanciato verso la folla festante), quindi a un negozio di cellulari.Le tensioni sono esplose sul boulevard Richard Lenoir, non lontano dalla Bastiglia.

A meno di due ore dall'avvio del corteo si registrano già 126 fermi. Un secondo corteo, che doveva partire da Bercy, è stato vietato dalla polizia. Imponente lo schieramento di forze dell'ordine: 60 mila gli agenti schierati in tutta la Francia di cui oltre 5 mila nella sola capitale.

"Colpa" di Notre-Dame - Domina nella manifestazione la protesta per la maxicolletta a favore della ricostruzione della cattedrale di Notre-Dame dopo l'incendio.

«Milioni per Notre-Dame, e i poveri?» si legge su alcuni cartelli, «Notre-Dame non siamo noi» su altri. Qualche scritta anche a favore di Julian Assange.

Manifestanti in aumento - Partecipazione in lieve aumento, secondo le cifre della prefettura.

I manifestanti, stando alle autorità, sono 9.600 in tutta la Francia, 6.700 dei quali soltanto a Parigi. Una settimana fa, alla stessa ora, erano stati 7.500 nel paese e 1.300 nella capitale.

 
 

KEYSTONE/AP (Francisco Seco)
Guarda tutte le 22 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-21 13:23:07 | 91.208.130.86