Deposit
REGNO UNITO
09.04.2019 - 14:570
Aggiornamento : 16:15

Aveva ricattato utenti di siti porno e aveva fatto i milioni: condannato

Un hacker 24enne britannico è stato condannato a 6 anni di reclusione, aveva iniziato la sua "carriera" a 17

LONDRA  - Oltre sei anni di prigione: è la condanna inflitta oggi da un giudice britannico della Kingston Crown Court a Zain Qaiser, 24enne di Barking, alla periferia di Londra, accusato di aver ricattato negli anni migliaia di frequentatori di siti pornografici in giro per il mondo riuscendo a spillare loro milioni di sterline.

Secondo le indagini, Qaiser - grazie al suo talento di hacker informatico - sarebbe riuscito a intascare un bel bottino: gli investigatori hanno trovato traccia di profitti personali pari ad almeno a 700'000 sterline, ma calcolano che il suo network ne abbia incassate in totale 4 milioni.

Il giovane, che aveva iniziato la sua attività di estorsione online a 17 anni con un semplice computer installato in stanza da letto, salvo poi organizzarsi in modo più 'professionale', si è servito d'una rete di falsi annunci pubblicitari-esca attraverso i quali pare sia stato in grado di spiare i browser di circa 165'000 pc.

Almeno 8'000 le persone che risultano aver ceduto al porno ricatto nel timore di essere svergognati, con pagamenti individuali compresi fra poche centinaia e migliaia di sterline in cripto-valuta. Denaro che la polizia britannica e la National Crime Agency (Nca) ritengono sia stato stato in parte depositato su conti offshore, ma a cui sono in parte risaliti indagando fra le spese voluttuarie dell'hacker: dall'acquisto di un Rolex da 5'000 sterline, allo sperpero d'altre svariate decine di migliaia in droga, prostitute e gioco d'azzardo.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 17:06:10 | 91.208.130.86