Keystone
ITALIA
02.04.2019 - 10:560

«L'Olanda ha cambiato le regole per bloccarci»

Lo afferma la Ong tedesca Sea Watch

CATANIA - In Olanda entra in vigore da oggi un provvedimento del ministero per le Infrastrutture e la Gestione delle Acque che prevede requisiti tecnici più rigorosi per le navi che ha «gravi conseguenze per Sea-Watch e per le altre Ong che operano navi battenti bandiera olandese».

Lo afferma, in una nota, la Ong tedesca la cui nave «dopo aver completato la manutenzione e aver superato con successo, lo scorso 15 marzo, l'ennesima ispezione, era pronta per tornare in area Sar».

«Questo intervento, attuato frettolosamente e senza lasciare un periodo di transizione a Sea-Watch - si legge nella nota - mostra la volontà del governo di impedire alla società civile di svolgere le loro operazioni di soccorso. Rivelata dalla Freedom of information act, la comunicazione interna tra i ministeri olandesi mostra come i timori per la sicurezza non siano mai stati la ragione di questa modifica, che pare piuttosto in linea con la strategia degli Stati membri Eu di ostacolare la ricerca e il salvataggio civile in mare».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 20:31:55 | 91.208.130.86