Immobili
Veicoli
Depositphotos (mrkornflakes)
Si è consegnato il killer di Stefano Leo, ucciso a Torino più di un mese fa.
ITALIA
01.04.2019 - 08:490
Aggiornamento : 10:26

Si è consegnato il killer di Torino

Si tratta di un 27enne disoccupato, ha agito senza movente: lui e la vittima non si erano mai conosciuti

TORINO - Si è costituito domenica pomeriggio il killer di Stefano Leo, il 33enne ucciso il 23 febbraio mentre si trovava sulla passeggiata di Lungo Po Machiavelli a Torino.

L'omicida è un 27enne cittadino italiano di origine marocchina, disoccupato, che si è consegnato poche ore dopo la marcia di ricordo che amici e parenti di Leo hanno organizzato lungo il fiume e alla quale ha preso parte anche il sindaco di Torino Chiara Appendino.

Il 27enne ha ammesso di avergli tagliato la gola e ha aggiunto che si tratta di un delitto senza nessun movente: lui e la vittima non si conoscevano. L'uomo, in stato di fermo con l'accusa di omicidio volontario, ha fatto ritrovare l'arma del delitto, nascosta in una casetta di derivazione dell'energia elettrica.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-20 05:39:00 | 91.208.130.89