Keystone
ITALIA
26.03.2019 - 15:210
Aggiornamento : 16:17

Morte Imane Fadil: esclusa la radioattività

Lo ha detto ai giornalisti Mirko Mazzali, avvocato dei familiari della 34enne

MILANO - Anche l'Enea, il centro specializzato romano che si è occupato di analizzare i campioni di organi di Imane Fadil, ha escluso la presenza di radioattività nel corpo della giovane.

La 34enne marocchina era la testimone chiave del caso Ruby a carico dell'ex premier italiano Silvio Berlusconi. È morta misteriosamente l'1 marzo scorso all'ospedale Humanitas di Rozzano (Milano).

Lo ha detto ai giornalisti Mirko Mazzali, avvocato dei familiari della donna, questo pomeriggio fuori dall'istituto di medicina legale a Milano dove a breve inizierà l'autopsia.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-31 16:13:35 | 91.208.130.86