Polizia
FRANCIA
06.03.2019 - 17:130

Video di torture online, la polizia trova un cadavere

Le autorità hanno invitato a non guardare e a non diffondere il filmato

LIONE - La polizia di Lione ha chiesto agli internauti di non guardare e diffondere il video di torture di un uomo che sta circolando nella rete in queste ultime ore. Il filmato ha portato le autorità a trovare una persona morta «con mani e piedi legati».

L’allarme è scattato martedì, a metà pomeriggio, un uomo ha chiamato la polizia per comunicare di aver appena visto su Facebook un video che mostra uno dei suoi amici pugnalato e ucciso.

Poco più tardi gli investigatori hanno trovato un uomo legato mani e piedi con otto ferite alla schiena. L'inchiesta per omicidio intenzionale è stata affidata alla polizia giudiziaria di Lione. 

Mercoledì mattina, il video circolava ancora su internet, secondo quanto riferito dalla polizia che ha twittato: «Molti di voi ci stanno segnalando un video di torture. È stata aperta un'inchiesta e gli specialisti sono stati mobilitati per rimuovere il filmato dalla rete. Non diffondete queste immagini scioccanti!».

Ad occuparsene è la piattaforma Pharos del Ministero degli Interni, responsabile della lotta contro i contenuti illegali su internet.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-10 18:15:01 | 91.208.130.86