Keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
21 min
Cambiamento climatico: per il 56% degli americani bisogna agire «subito»
STATI UNITI
1 ora
Stati Uniti: l'attacco al petrolio saudita non favorisce l'incontro Trump-Rohani
TUNISIA
1 ora
Presidenziali tunisine: crolla l'affluenza
SERBIA
2 ore
Gay Pride di Belgrado: incidenti prima del corteo
ARABIA SAUDITA
2 ore
Produzione di petrolio dimezzata: Riad userà le riserve
STATI UNITI
2 ore
Ritrovati oltre 2'200 resti di feti in casa di un medico abortista
TERRITORI PALESTINESI
3 ore
Israele legalizza un avamposto in Cisgiordania
RDC
3 ore
Battello affonda nel Fiume Congo: 36 dispersi
CINA
4 ore
Il bando Usa a Huawei alla fine potrebbe favorire l'hi-tech asiatico
REGNO UNITO
5 ore
«Usciremo dall'Ue come farebbe Hulk»
STATI UNITI
6 ore
Si fa da sé una maglia dell'Uni e a scuola lo bullizzano, l'ateneo gli offre una borsa di studio
CINA
7 ore
A Hong Kong in migliaia in strada sfidano il divieto della polizia
STATI UNITI
9 ore
In California le università dovranno fornire la pillola del giorno dopo
STATI UNITI
10 ore
Pompeo: «C'è Teheran dietro agli attacchi alle raffinerie saudite»
ARABIA SAUDITA
10 ore
Riad ferma la produzione nelle raffinerie colpite
THAILANDIA
13.02.2019 - 07:590
Aggiornamento : 10:57

La principessa Ubolratana si scusa per la sua candidatura

La sua discesa in politica è stata definita "altamente inappropriata" e "incostituzionale", chiesta la chiusura del suo partito

BANGKOK - La principessa thailandese Ubolratana, nata a Losanna, si è detta "dispiaciuta" per la sua controversa candidatura a premier per un partito dell'opposizione, un tentativo sul quale lo stesso re Vajiralongkorn - suo fratello minore - ha in sostanza posto il veto e la cui bocciatura è stata poi confermata dalla Commissione elettorale passando al vaglio la lista dei candidati al voto del 24 marzo.

In un post pubblicato su Instagram ieri sera, Ubolratana ha scritto: «Mi dispiace che la sincera intenzione di lavorare per aiutare il Paese e il popolo thailandese abbia causato problemi che sembravano improbabili di questi tempi», chiudendo il messaggio con l'hashtag «come mai le cose stanno così».

Il riferimento è probabilmente al fatto che la stessa principessa sostenesse di essere una cittadina comune, dopo aver perso il titolo reale nel 1972 per aver sposato un americano. Tuttavia, nel suo comunicato letto in tv, il sovrano ha chiuso la questione definendo "altamente inappropriata" e "incostituzionale" la discesa in politica di un membro della famiglia reale, quale Ubolratana è evidentemente ancora considerata dal fratello.

Raccomandata la chiusura del suo partito - La Commissione elettorale thailandese ha formalmente raccomandato alla Corte costituzionale di sciogliere il partito Thai Raksa Chart della principessa. Ricevendo la raccomandazione, la Corte ha specificato che considererà domani se accettarla o meno.

Secondo il segretario generale della Commissione, il Thai Raksa Chart - vicino al magnate in autoesilio ed ex primo ministro Thaksin Shinawatra - ha violato l'articolo 92 della legge sui partiti politici del 2018, commettendo un atto ostile contro la monarchia costituzionale.

La candidatura di Ubolratana è stata bocciata due giorni fa. La stessa principessa si è scusata ieri sera su Instagram per lo scandalo procurato.

Se lo scioglimento del Thai Raksa Chart sarà confermato, come sembra inevitabile, il blocco di opposizione fedele a Thaksin subirebbe un duro colpo in vista del voto del 24 marzo. Dato che la nuova legge elettorale dà più peso specifico ai partiti minori, il Thai Raksa Chart era stato costituito per raccogliere il voto pro-Thaksin nei seggi in cui il più grande Puea Thai - il principale movimento a favore dell'ex premier - non intendeva schierare candidati.

7 mesi fa È ufficiale: la principessa thailandese non può candidarsi
7 mesi fa Ritirata la candidatura della principessa Ubolratana
7 mesi fa Una principessa come premier?
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-15 19:07:53 | 91.208.130.87