Keystone
+ 8
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
AUSTRALIA
3 ore
Decine e decine di incendi: «Bruceranno per settimane»
Particolarmente colpiti Queensland e Nuovo Galles del Sud. Sei persone sono già morte e oltre 1.000 case sono andate bruciate
ITALIA
4 ore
Valanga dal monte Valletto, travolti tre sci alpinisti
Tutti quanti sono stati recuperati nel tardo pomeriggio, sciavano fuori pista
FRANCIA
6 ore
Weekend nero per i trasporti
A Parigi centinaia di gilet gialli per il 56esimo sabato di protesta
FOTO
ITALIA
6 ore
Bus contro il camion dei rifiuti a Milano, 18 feriti
Una donna di 49 anni, sbalzata dal filobus, è in stato di coma
STATI UNITI
7 ore
Tra Usa e Iran interviene la Svizzera
Trump ha tenuto a ringraziare la Svizzera «per il suo aiuto nel negoziato con l'Iran per il rilascio di Xiyue Wang». In libertà anche lo scienziato detenuto negli Usa, Massoud Soleimani
REGNO UNITO
7 ore
Miliardario russo investito, una "morte sospetta"
Dmitry Obretetskiy, 49 anni, era il proprietario di Magnat Trade Enterprise, il distributore ufficiale in Russia di Mars, Nestlé e Procter & Gamble
STATI UNITI
8 ore
«Nel 2020 in arrivo cinque nuovi iPhone»
In base alle previsioni, il primo sarà un modello più piccolo ed economico. L'attesa è per un iPhone SE 2, con schermo Lcd da 4,7 pollici
INDIA
9 ore
Bruciata dai suoi stupratori, la 25enne è morta
La donna aveva denunciato gli uomini che lo scorso marzo l'avevano violentata in gruppo
FRANCIA
10 ore
Falsi impieghi all'Europarlamento, indagato Bayrou
Il presidente del partito centrista francese MoDem è stato sottoposto a un interrogatorio fiume
STATI UNITI
10 ore
Definì "pedofilo" un soccorritore in Thailandia, assolto Musk
Il fondatore di Tesla aveva reagito così dopo che Vernon Unsworth aveva deriso il sottomarino che Musk aveva costruito per l'operazione
STATI UNITI
11 ore
Diciassette anni di corruzione, Ericsson patteggia
«La sua condotta corrotta ha coinvolto dirigenti di alto livello e ha abbracciato 17 anni e almeno cinque paesi allo scopo di aumentare i profitti»
FRANCIA
24.11.2018 - 15:330
Aggiornamento : 16:29

Disordini a Parigi, turisti svizzeri rinchiusi in un hotel

Gli scontri sugli Champs-Elysées proseguono da questa mattina. Più di 5'000 i gilet gialli presenti. Ingenti i danni alle strutture

PARIGI - Da questa mattina Parigi è invasa dai “gilet gialli”, dove da qualche ora si stanno vivendo scene da guerriglia. Sono numerosi infatti i danni registrati al passaggio dei numerosi cortei. Gli Champs-Elysées sono stati presi d’assalto da circa 5'000 persone, e le vetrine dei negozi, così come le pensiline sono state danneggiate. Alcuni manifestanti si sono muniti di sanpietrini e li hanno scagliati contro la polizia, che per reprimere le violenti proteste ha fatto anche uso di granate assordanti. Già fermate 8 persone. 

Gli Champs-Elysées, nonostante la situazione di grande tensione, restano divisi in due, con pacifici manifestanti con i gilet gialli sulla parte alta e in basso alla Concorde, e gruppi di casseur che, con un centinaio di estremisti di destra con fazzoletti neri sul volto, si scontrano con la polizia.

Il contrasto appare stridente agli osservatori, con una gran parte di persone, arrivate a Parigi per manifestare da tutta la Francia che si apprestano a raggiungere la zona "autorizzata" di Champ de Mars.

Dall'altra parte, gruppi che ormai da due ore si abbandonano a saccheggi e distruzioni, utilizzando in gran parte le barriere dei cantieri lasciate sul posto dal Comune di Parigi nonostante il rischio degli scontri. Una circostanza, quest'ultima, apertamente criticata dai funzionari di polizia intervistati dai media francesi.

Testimonianza - Un lettore di 20 Minuten si trovava proprio sugli Champs-Elisées durante gli scontri, più precisamente nell’Hotel Marriott. «L’ingresso principale dell’hotel è stato chiuso a chiave, e fuori è pieno di fumogeni». Stando alla sua testimonianza, l’albergo avrebbe reagito bene, nonostante i disordini. «Ci hanno fatto spostare nel parcheggio sotterraneo, da dove siamo poi potuti uscire per recarci in un quartiere meno pericoloso».

Manifestanti all'Eliseo - Diversi manifestanti in gilet giallo sono riusciti ad arrivare nella rue du Faubourg Saint-Honoré dove, al numero 55, sorge il palazzo dell'Eliseo.

La strada e i suoi dintorni erano stati blindati dalla polizia, ma molti sono riusciti ad entrare togliendo il gilet giallo per rimetterlo poco dopo.

Appena una cinquantina di gilet gialli, sperduti, si trovano attualmente - dopo un'ora e mezzo dall'inizio stabilito per la manifestazione ufficiale e autorizzata - sul luogo indicato dalla prefettura, Champ de Mars, vicino alla Tour Eiffel.

Tutto il resto dei manifestanti, 8'000 secondo il ministero dell'Interno, si trovano in zona "vietata" nei dintorni degli Champs-Elysees, dove continuano a levarsi nuvole di fumo nero per gli incendi di cassonetti e veicoli di cantiere, dati alle fiamme dai casseur.

Irruzione a casa della deputata Robert - Una quarantina di gilet gialli, col volto coperto da passamontagna o caschi, hanno fatto irruzione ieri sera nella casa di famiglia di una deputata LREM (La Republique en Marche, maggioranza di governo), Mireille Robert, nel sud-ovest della Francia, vicino a Tolosa.

La proprietà viticola della deputata sorge a Limoux, in una zona molto isolata, è stata invasa dai gilet gialli che hanno gridato delle minacce contro i presenti e hanno poi dato fuoco ad alcune tavole prima di fuggire e dell'arrivo dei gendarmi.

«Un gesto ignobile», ha twittato Benjamin Griveaux, portavoce del governo, che ha espresso «condanna senza ambiguità per questi comportamenti inaccettabili».

«È la mobilitazione del popolo» - «Questa è la mobilitazione del popolo, anche se il governo vuol far credere che si tratta di gente di estrema destra e che sono poco numerosi»: lo ha detto il leader dell'estrema sinistra radicale della France Insoumise, Jean-Luc Melenchon, commentando la manifestazione dei gilet gialli. «Non sono né di estrema destra, né poco numerosi», ha concluso Melenchon.

Keystone
Guarda tutte le 11 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-07 20:21:46 | 91.208.130.86