Immobili
Veicoli
Keystone
TURCHIA
15.11.2018 - 12:510

Khashoggi ucciso con la droga e fatto a pezzi. Pena di morte

A ordinarne l'uccisione è stato il capo del team di Riad inviato a Istanbul per riportarlo in Arabia Saudita

ISTANBUL - Il giornalista dissidente Jamal Khashoggi è stato avvelenato con una dose letale di droga e il suo corpo è stato poi smembrato e portato fuori dal consolato saudita di Istanbul. Lo ha detto il procuratore capo di Riad Saud al Mojeb alla tv saudita.

A ordinare l'uccisione di Khashoggi è stato il capo del team di Riad inviato a Istanbul per riportarlo in Arabia Saudita, ha dichiarato il procuratore capo alla tv.

Tra i cinque incriminati per l'uccisione di Jamal Khashoggi, per i quali la Procura saudita chiederà la pena di morte figura anche il capo della 'squadra di rimpatrio'.

Del corpo di Khashoggi, sottolinea poi la Procura, «non ci sono ancora notizie».

Il cadavere del giornalista, scrive al Arabiya, «è stato consegnato a un agente di sicurezza turco fuori dalla sede consolare» e Riad ha diramato ad Ankara «un ritratto segnaletico dell'agente turco» che avrebbe ricevuto fuori dal consolato il contenitore con il corpo smembrato.

Il più alto ufficiale in grado nel team omicida, e quindi quello che in ultima istanza avrebbe deciso l'uccisione del reporter, era il numero 2 dell'intelligence e un fedelissimo del principe ereditario Mohammed bin Salman, Ahmad al Asiri, che è stato già rimosso dalle sue funzioni, ha spiegato il procuratore saudita.

La procura ha anche confermato la notizia della sospensione di Saud al Qahtani, ex responsabile della comunicazione di bin Salman, che è indagato e sottoposto a divieto di espatrio.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-16 23:42:05 | 91.208.130.86