+7
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
MONDO
2 ore
Lo "smart working" piace ai cyber criminali
L'Interpol avverte: «Gli attacchi si stanno verificando a un ritmo allarmante».
FOTO
ITALIA
5 ore
Il Ponte San Giorgio apre al traffico
La struttura è stata ceduta ad Autostrade ed è stato dato il via libera per la sua messa in esercizio
ITALIA
6 ore
«Squadroni della morte» e «Forni crematori» per i migranti, scandalo a Udine
Un'ampia polemica è stata causata da un post su Facebook di un dipendente comunale di Grado
FOTO
LIBANO
7 ore
Colossali esplosioni sconquassano Beirut: almeno 70 morti e 2'750 feriti
Danni ingenti per diversi chilometri, la causa parrebbe essere lo scoppio di un deposito di fuochi d'artificio
GERMANIA
8 ore
Audi fa dietrofront e cancella la pubblicità della bimba con la banana
Che era stata lanciata via social per la sua Audi RS4, per i social era troppo pericolosa e ammiccante
FRANCIA
8 ore
«Potete mettere la mascherina?», riempito di botte
È successo in una lavanderia pubblica a nord di Parigi
STATI UNITI
9 ore
Tre mongolfiere si schiantano a terra: 12 feriti
Sembra che la colpa sia di una inaspettata corrente discendente
RUSSIA
9 ore
42'000 multe a Mosca per chi viaggiava senza mascherina
Per un totale di 210 milioni di rubli, l'obbligo è in vigore da metà maggio
ITALIA
9 ore
Milano Marittima, notti "astemie" nei luoghi pubblici
Il comune di Cervia stringe sulla movida serale. Vietato il consumo di alcolici dalle 21 alle 6
SPAGNA
10 ore
Una "finta" barca a vela piena di droga
La polizia spagnola ha scoperto il malloppo durante un'operazione anti-narcotraffico durata 7 mesi
UNIONE EUROPEA
10 ore
Aperta un'indagine sull'acquisizione di Fitbit
L'antitrust Ue «è preoccupato che la transazione fortifichi ulteriormente la posizione di Google»
STATI UNITI
10 ore
«È cascata nella trappola e ci ha colpiti»
Il presidente americano non ha gradito alcune dichiarazioni della coordinatrice della task force statunitense
ITALIA
24.10.2018 - 09:560
Aggiornamento : 11:24

Scala mobile collassata a Roma: «Un incidente strano»

Il bilancio è di ventiquattro persone ferite, diversi sono gravi

ROMA - È di ventiquattro persone ferite il bilancio del cedimento di una scala mobile avvenuto ieri nella stazione Repubblica della metropolitana di Roma.

La scala mobile ha ceduto mentre decine di tifosi del Cska Mosca stavano andando allo stadio Olimpico per l'incontro di Champions League contro la Roma.

L'allarme è scattato poco dopo le 19.30 quando in pieno centro di Roma, a due passi dal Viminale, dal Quirinale e dal Campidoglio, si sono cominciate a sentire decine di sirene dei mezzi di soccorso e delle forze di polizia. Nella mente di molti si è subito materializzato l'incubo di un attentato, anche se le prime voci raccolte in piazza della Repubblica hanno scacciato l'ipotesi, parlando di alcuni incidenti che vedevano protagonisti i tifosi russi che per tutto il pomeriggio avevano bivaccato nel centro della città, bevendo birra nonostante il divieto di vendita di bottiglie di vetro e superalcolici.

Appena i primi soccorritori sono arrivati si è però capito che non c'erano stati scontri: l'incidente è stato provocato dal cedimento di una delle scale mobili che dalla piazza conducono alle banchine dei treni. Uno dei tifosi ha postato su twitter il video del momento dell'incidente: prima si sentono i russi cantare, poi si vede la scala mobile accelerare in maniera eccessiva, trascinando verso il basso un centinaio di persone, infine le urla di coloro che sono rimasti incastrati nelle lamiere contorte.

«I russi stavano saltando e ballando, ubriachi», hanno riferito alcuni testimoni ai soccorritori. E la stessa cosa ha sottolineato il sindaco Virginia Raggi appena arrivata sul posto: «Testimoni sembra abbiano visto saltare e ballare sulla scala mobile». In ogni caso, «siamo qui per capire e per esprime vicinanza ai feriti e alle loro famiglie - aggiunge la prima cittadina - c'è un'inchiesta che accerterà come sono andate le cose». L'ipotesi del cedimento a causa dei 'balli' russi è però smentita da Daria, una ragazza moscovita di 28 anni che si trovava nella metro con gli altri tifosi: «Non stavamo saltando».

Quello che è certo è che i vigili del fuoco che sono intervenuti hanno trovato decine di bottiglie di birra nella stazione della metro; e vetri tutt'attorno alla scala mobile. A cedere non è stata comunque l'intera struttura: «La scala è integra per più di metà - spiegano - mentre gli ultimi gradini, meno di una decina, sono tutti spaccati e accartocciati uno sull'altro». E sono stati proprio questi ultimi, trasformati in pezzi di lamiera molto taglienti, a provocare la maggior parte delle ferite ai tifosi. Della ventina di feriti portati in ospedale e medicati - l'ultima stima parla di 24 - il più grave è un giovane con il piede maciullato e a rischio amputazione. Altri sei sono in codice rosso mentre il resto non è in pericolo.

Due le inchieste aperte, una dalla procura e una dall'Azienda per i trasporti autoferrotranviari del comune (Atac). Cedimento strutturale, guasto meccanico, elemento esterno? Cosa abbia provocato l'incidente lo stabiliranno i magistrati, che al momento procedono per lesioni e attendono sia l'informativa delle forze di polizia con le testimonianze di chi si trovava nella stazione della metro sia le immagini registrate dalle telecamere di sicurezza, che potrebbero aver ripreso il momento del cedimento e fornire elementi essenziali per capire le cause.

È stata inoltre posta sotto sequestro l'intera stazione di Repubblica in modo che gli investigatori e i vigili del fuoco possano effettuare tutti gli accertamenti, a partire dall'efficienza del sistema di frenata e di sicurezza. «C'è stata un'anomalia che ha provocato il cedimento della scala mobile - ha spiegato il comandante dei vigili del fuoco di Roma Giampiero Boscaino - ma sulle modalità ancora non possiamo dire nulla. È stato un incidente strano».

Anche l'Atac ha aperto un'inchiesta interna per stabilire le cause dell'incidente, allontanando ogni ipotesi di scarsa manutenzione, come afferma il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori (Codacons), che chiede alla procura di accertare quando è stato eseguito l'ultimo controllo e le operazioni messe in atto per garantirne la sicurezza. «I controlli e la manutenzione delle scale mobili della metropolitana di Roma - dicono fonti aziendali - all'interno delle stazioni vengono fatte con cadenza mensile. E ciò ha interessato anche la stazione di Repubblica».

Vigili del fuoco
Guarda tutte le 10 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-05 01:49:08 | 91.208.130.86